L’Abruzzo riparte con 12 milioni per i centri storici

Finanziamenti a fondo regione Abruzzo per le aziende colpite dal sisma del 2009. La regione Abruzzo ha stanziato 12 milioni di euro per le imprese ubicate nei centri storici.

0
186

La cosa più importante da fare in seguito ad una sciagura ambientale come quella che ha colpito l’Abruzzo nell’ormai lontano 2009, è sicuramente rimboccarsi le maniche per risollevare far risollevare al meglio il proprio territorio.

Il bando

In questo caso la Giunta Regionale punta tutto sui centri storici con il bando Fare centro – il rientro delle attività produttive nei centri storici con il quale si stanziano 12 milioni di euro per la ripresa delle MPMI.

Scopri i bandi: Bando Inail / Finanziamento Brevetti

Chi si intende aiutare

La Regione ha deciso di articolare questo bando su tre diversi punti di intervento, chiamati rispettivamente Linea A, Linea B e Linea C.

Linea A

Grazie al bando in questione, la regione Abruzzo punta sul rialzo delle MPMI che alla data del tragico sisma avevano sede principale, domicilio professionale o interessi del professionista nelle aree ammissibili. Tanto vale anche per gli esercenti di attività di commercio ambulante che, alla suddetta data risultavano titolari di attività di parcheggio, purché questa fosse nelle aree ammissibili.

Linea B

Con la seconda linea di intervento il bando intende andare incontro alle MPMI e ai liberi professionisti che intendono avviare oppure hanno avviato, successivamente alla data del sisma, attività in località censite nelle aree ammissibili.

Linea C

La terza linea intende intervenire sui progetti di ricollocazione, riconversione e riqualificazione avviati da quelle micro imprese che, al 6 Aprile 2009, svolgevano attività nelle aree ammissibili.

Dotazione finanziaria del bando

Il bando ha una dotazione complessi di 12 milioni di euro ed interessa il biennio 2017/2018. Il finanziamento a fondo perduto è mirato prettamente ai comuni della Regione Abruzzo, colpiti dalla catastrofe naturale del sisma del 06/05/2009 e il finanziamento si differenzia nella seguente maniera:

Linee A e B

Parlando di numeri, per quanto riguarda la Linea A e la Linea B del progetto, le spese ammissibili rimborsabili devono essere state effettuate dal 1/01/2014 fino ai 18 mesi successivi all’avvio del progetto di investimento.

Linea C

Mentre per quanto riguarda la Linea C, le spese riguardano quelle successive alla presentazione della domanda, nel rispetto dell’effetto di incentivazione dell’aiuto, fino ai 18 mesi seguenti la data di avvio dell’investimento.

Come procedere

Per procedere alla domanda di ammissione al bando e più in generale per consultare il bando stesso è sufficiente visitare il sito internet del BURA (Bollettino Ufficiale Regione Abruzzo) sul quale è stato da poco pubblicato il bando, oppure è sufficiente cliccare qui.

Inoltre è necessario tenere in considerazione che l’iscrizione al bando è valida dal giorno del suo lancio pubblico ufficiale, cioè Mercoledì 26 Aprile 2017, per un periodo di 60 giorni.

RISPONDI

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome