I finanziamenti a fondo perduto sono tra le occasioni migliori per fare impresa e sono tanti i bandi dedicati dedicati al sostegno di start up e aziende che decidono di rinnovarsi e ripartire con nuove idee per sopravvivere al periodo non molto roseo per l’economia.
I finanziamenti a fondo perduto agevolano soprattutto i giovani che hanno la voglia di mettersi in gioco e di affrontare tutte quelle che sono le difficoltà di avviare imprese.

I finanziamenti a fondo perduto, quali sono i bandi attivi

Per i giovani e e per le donne ci sono diverse strade che possono aprirsi come quella di  Fondo Impresa Donna, Nuove Imprese a Tasso zero, Smart&Start, Cultura Crea

Se decidi di attivare la tua impresa nelle zone disagiate del Sud Italia il tuo fondo dove puoi trarre molti vantaggi sia come fondo perduto che per quel che riguarda la restituzione, è senza ombra di dubbio Resto al Sud 2022.

Se invece si tratta di imprese agricole allora ci sono molte altre agevolazioni per attivare la produzione, come ad esempio ISMEA che promette di sostenere tutti i giovani agricoltori per acquisto di materiale, terreni e tutto quello che sono le attrezzature che sono necessarie per creare prodotti di alta qualità. Naturalmente se si decide di avviare imprese nel campo del biologico è possibile anche un grande aiuto per ottenere tutti quelli che sono i certificati dei prodotti e tutto il materiale che occorre per averli.

Il Business Plan, la carta vincente per fare impresa

Iniziamo a comprendere cosa sia necessario per avviare un’attività di ogni genere. Per prima cosa occorre uno studio attento di quella che potrà essere lo sviluppo della ditta, con costi e ipotetici ricavi. Questo nasce nel business Plan. Ovvero un attento studio di tutto quello che può essere il quadro aziendale.

Questo serve, e non è possibile evitarlo, per dare ai finanziatori la certezza che l’azienda ha un potenziale. Naturalmente non sempre la realtà segue il Business Plan per via di moltissime variabili, questo lo sanno bene le attività che sono nate nel periodo antecedente la pandemia da covid, che si sono ritrovati a dover fare i conti con isolamento e variabili che sicuramente non avevano contemplato.

Con il Business Plan si può dare la giusta idea di quella che sarà attività e prodotti che ne nasceranno. È il biglietto da visita che porta ad ottenere il finanziamento, quindi conviene sia fatto in modo professionale e da personale qualificato.

Cosa coprono i finanziamenti a fondo perduto

Ogni finanziamento che viene stanziato ha delle regole ben precise. Ogni bando ha una durata, un tempo massimo per presentare le domande e soprattutto una cifra definita a fondo perduto e una destinazione d’uso.

Per poter accedere a tutto questo è necessario leggere attentamente le varie opzioni, cercare il finanziamento a fondo perduto che maggiormente risponde alle proprie esigenze e controllare se se ne hanno realmente i requisiti.

A questo punto non resta che andare a richiedere il finanziamento con il proprio Business Plan e partire con il proprio progetto.

Chiedi ai nostri consulenti se il tuo progetto imprenditoriale può ottenere un finanziamento a fondo perduto.

Dai un voto a questo articolo:
[Totale: 43 Media: 4]