BANDO INVITALIA 2022

CULTURA CREA 2.0

Finanzia la tua attività con il fondo
Cultura Crea 2.0

Approfitta subito dell’opportunità offerta da Invitalia
che ti permette di finanziare fino al 90% il tuo progetto!

A chi è rivolto

Cultura Crea 2.0 sostiene la nascita e la crescita di imprese e iniziative non profit nel settore turistico-culturale realizzate nelle seguenti aree:

E

Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia

L'incentivo è rivolto a:

E

Persone fisiche che intendono avviare un'attività imprenditoriale nel settore culturale.

E

Start-Up, ossia società esistenti da meno di 36 mesi, che intendono avviare un'attività imprenditoriale nel settore culturale.

E

Società esistenti da oltre 36 mesi che intendono consolidare, sviluppare o diversificare la propria attività nel settore turistico e culturale.

E

Imprese e soggetti del terzo settore (Onlus, APS, Imprese sociali, ONG) che intendono realizzare progetto nel settore turistico culturale.

Le agevolazioni

Il bando prevede un'agevolazione che può arrivare a €500.000

Le agevolazioni coprono l'80% delle spese ammissibili (elevabili al 90% in caso di impresa femminile, o impresa giovanile o in possesso del rating di legalità) e sono così composte:

E

Persone fisiche e società Start-Up

  • 40% contributo a fondo perduto
  • 40% finanziamento a tasso zero senza garanzie da restituire in 8 anni dopo un preammortamento di 12 mesi
E

Imprese

  • 20% contributo a fondo perduto
  • 60% finanziamento a tasso zero senza garanzie da restituire in 8 anni dopo un preammortamento di 12 mesi
E

Terzo settore

80% contributo a fondo perduto

NB: Il finanziamento è un prestito a tasso zero, senza garanzie
da restituire in 8 anni dopo un preammortamento di 12 mesi.

Spese ammissibili

Possono essere finanziate le seguenti spese:

E

Opere murarie.

(max 20%)

E

Macchinari, impianti, attrezzature nuove.

E

Software, brevetti, licenze e marchi, certificazioni e know how.

E

Spese di gestione (materiali di consumo, utenze, canoni, garanzie assicurative)

(max. 50%)

Cosa finanzia

I settori ammessi al bando

Il bando prevede un elenco di codici Ateco ammessi
per ciascuna categoria di beneficiari, in sintesi:

Persone e Start-Up

Settore culturale, creativo e dello spettacolo.

Società esistenti da 36 mesi

Settore culturale, turistico, creativo, dello spettacolo e settore manifatturiero tipico locale.

Terzo settore

Settore culturale, turistico, creativo, dello spettacolo e settore manifatturiero tipico locale.

Come partecipare

Prima di tutto devi avere un Business Plan completo e dettagliato.

Bisogna avere lo SPID con cui effettuare l'accesso sulla piattaforma per caricare il business plan dell'attività imprenditoriale

Protocollata la domanda, inizierà l’iter di valutazione che potrà durare fino a 60 giorni.

La valutazione prevede anche un colloquio con Invitalia che avverrà da remoto tramite piattaforma dedicata.

Dopo il colloquio, Invitalia comunicherà l'esito tramite pec.

Ricevuto l’esito, basterà costituire la società (se non è già esistente) e/o aprire un conto corrente dedicato o vincolato per richiedere l’erogazione del finanziamento.

L’erogazione potrà avvenire in massimo 4 SAL (Stati Avanzamento Lavoro) sia su fatture quietanziate che su fatture da quietanziare e può prevedere anche la richiesta di un anticipo pari massimo al 40% dell’agevolazione ottenuta.

DICONO DI NOI

Guarda e ascolta le referenze di clienti soddisfatti