Finanziamento Smart & Start per nuove imprese innovative

da | 31 Gen 2023 | Approfondimenti | 46 commenti |

Il finanziamento Smart & Start di Invitalia è un’iniziativa volta a supportare la nascita e lo sviluppo di nuove start up innovative. Il bando offre finanziamenti a tasso zero per coprire fino al 70% dei costi ammissibili per la realizzazione di progetti di ricerca e sviluppo, brevetti, design e marchi, nonché per la creazione di nuove start-up innovative.

Per poter accedere al finanziamento, le imprese devono soddisfare determinati requisiti, essere nuove imprese innovative, avere sede legale e operativa in Italia, avere un progetto di investimento coerente con le finalità del programma e avere una forte componente innovativa.
Le imprese devono essere in grado di dimostrare la capacità di generare ricavi e di creare nuovi posti di lavoro

Il bando è aperto a diverse tipologie di imprese, tra cui start-up innovative, PMI innovative, spin-off universitari e società di capitali di nuova costituzione.

Il finanziamento Smart & Start di Invitalia rappresenta un’occasione unica per le nuove imprese innovative che cercano di lanciare i propri progetti e di crescere nel mercato.

Requisiti per accedere al finanziamento

In primo luogo, le imprese devono essere nuove imprese innovative, ovvero avere un’attività economica iniziata da non più di 60 mesi e non essere state oggetto di fallimento o di procedure concorsuali e devono avere sede legale e operativa in Italia.

In secondo luogo, le imprese devono presentare un progetto di investimento coerente con le finalità del programma e che preveda la realizzazione di attività di ricerca e sviluppo, brevetti, design e marchi. Il progetto deve avere una forte componente innovativa e dimostrare la capacità di generare ricavi e di creare nuovi posti di lavoro.

Infine, le imprese devono essere in grado di dimostrare di avere una struttura organizzativa adeguata e di essere in grado di gestire il progetto per cui si chiede il finanziamento.

In generale, questi requisiti sono voluti per garantire che le imprese che accedono al finanziamento Smart & Start abbiano le caratteristiche e le capacità per sviluppare progetti innovativi che possono contribuire alla crescita economica del paese.

Nuove imprese innovative

Le nuove imprese innovative sono una tipologia di imprese che hanno caratteristiche specifiche. In particolare, una nuova impresa innovativa è un’impresa che ha iniziato la propria attività economica da non più di 60 mesi e non è stata oggetto di fallimento o di procedure concorsuali, deve avere un’attività economica caratterizzata da un’alta intensità di ricerca e sviluppo o di innovazione.

Le nuove imprese innovative possono essere start-up innovative, ovvero imprese che hanno come obiettivo principale la realizzazione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi, o PMI innovative, ovvero piccole e medie imprese che hanno introdotto innovazioni significative nei propri processi produttivi o nei propri prodotti o servizi.

Le nuove imprese innovative sono considerate un motore della crescita economica poiché sono spesso all’avanguardia nei loro settori e contribuiscono a creare nuovi posti di lavoro e a stimolare la concorrenza.

Il finanziamento Smart & Start di Invitalia è rivolto proprio alle nuove imprese innovative, che possono accedere a finanziamenti a tasso zero per coprire fino al 70% dei costi ammissibili per la realizzazione di progetti di ricerca e sviluppo, brevetti, design e marchi, nonché per la creazione di nuove start-up innovative.

Sede legale e operativa in Italia

Per accedere al finanziamento Smart & Start di Invitalia, le imprese devono avere sede legale e operativa in Italia. La sede legale è il luogo in cui l’impresa ha la propria residenza legale e dove vengono registrati i documenti ufficiali dell’impresa, come l’atto costitutivo e lo statuto. La sede operativa, invece, è il luogo in cui l’impresa svolge la propria attività economica quotidiana.

Questa condizione è voluta per garantire che le imprese che accedono al finanziamento Smart & Start siano effettivamente radicate in Italia e che i benefici del finanziamento possano essere trasferiti direttamente all’economia del paese.

L’impresa beneficiaria del finanziamento deve essere costituita in forma di società di capitali, ovvero società per azioni (SpA), società a responsabilità limitata (Srl), società in accomandita semplice (Sas) o società in nome collettivo (Snc) e società cooperative.

Queste condizioni sono volte a garantire che le imprese che accedono al finanziamento abbiano la struttura organizzativa adeguata per gestire il progetto per cui si chiede il finanziamento e che possano generare ricavi e creare nuovi posti di lavoro.

Progetto di investimento coerente con le finalità del bando

Il progetto di investimento presentato dall’impresa per accedere al finanziamento Smart & Start di Invitalia deve essere coerente con le finalità del programma. In particolare, il progetto deve avere come obiettivo la realizzazione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi, o l’introduzione di innovazioni significative nei propri processi produttivi o nei propri prodotti o servizi.

Per esempio, il progetto può prevedere la realizzazione di un nuovo prodotto o servizio, l’utilizzo di nuove tecnologie, la creazione di nuovi processi produttivi, l’acquisizione di brevetti o marchi, la realizzazione di attività di ricerca e sviluppo o la creazione di start-up innovative.

Il progetto deve inoltre essere descritto in modo dettagliato, indicando i costi previsti e i tempi di realizzazione, nonché il piano di utilizzo dei fondi erogati.

E’ importante che il progetto presentato dall’impresa sia realistico e che sia in grado di generare ricavi e creare nuovi posti di lavoro.

Forte componente innovativa

Per accedere al finanziamento Smart & Start di Invitalia, il progetto di investimento presentato dall’impresa deve avere una forte componente innovativa. La componente innovativa può riguardare sia il prodotto o servizio che l’impresa intende realizzare, sia i processi produttivi o i modelli di business adottati dall’impresa.

Per esempio, un progetto con una forte componente innovativa potrebbe prevedere la realizzazione di un nuovo prodotto o servizio basato su tecnologie avanzate o su un’idea originale, oppure potrebbe prevedere l’introduzione di innovazioni significative nei processi produttivi o nei modelli di business dell’impresa.

La componente innovativa deve essere descritta in modo dettagliato nel progetto presentato dall’impresa e deve essere supportata da adeguata documentazione tecnica.

E’ importante che la componente innovativa sia in grado di generare vantaggi competitivi per l’impresa e di contribuire allo sviluppo del settore in cui opera.

Tipologie di imprese ammissibili

Per accedere al finanziamento Smart & Start di Invitalia, le imprese devono soddisfare determinati requisiti e rientrare in specifiche categorie.

Le tipologie di imprese ammissibili sono:

  • Start-up innovative, ovvero imprese costituite da non più di 60 mesi che operano in uno dei settori indicati dalla legge, che presentano un progetto innovativo e che hanno come scopo la realizzazione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi.
  • Micro, piccole e medie imprese (MPMI), che hanno sede legale e operativa in Italia e che operano in uno dei settori indicati dalla legge.
  • Liberi professionisti che intendono costituire una start-up innovativa e che soddisfano i requisiti previsti per le start-up innovative

Le imprese devono essere in regola con gli obblighi previsti dalla normativa in materia di lavoro, tributaria e previdenziale.

In generale, per essere ammissibili al finanziamento Smart & Start di Invitalia, le imprese devono avere un progetto innovativo e che siano in grado di generare ricavi e creare nuovi posti di lavoro.

Start-up innovative

Le start-up innovative sono imprese costituite da non più di 60 mesi che operano in uno dei settori indicati dalla legge, che presentano un progetto innovativo e che hanno come scopo la realizzazione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi.

Per essere considerate start-up innovative, le imprese devono soddisfare determinati requisiti, tra cui:

  • Avere sede legale e operativa in Italia
  • Essere costituite da non più di 60 mesi al momento della presentazione della domanda di finanziamento
  • Avere come oggetto sociale lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi a elevato valore tecnologico
  • Non essere quotate in mercati regolamentati o in sistemi multilaterali di negoziazione

Le start-up innovative devono avere un progetto di investimento coerente con le finalità del programma Smart & Start di Invitalia e una forte componente innovativa che sia in grado di generare vantaggi competitivi per l’impresa e di contribuire allo sviluppo del settore in cui opera.

PMI innovative

Le PMI innovative sono micro, piccole e medie imprese (MPMI) che hanno sede legale e operativa in Italia e che operano in uno dei settori indicati dalla legge.

Per essere considerate PMI innovative, le imprese devono soddisfare determinati requisiti, tra cui:

  • Avere sede legale e operativa in Italia
  • Essere classificate come micro, piccola o media impresa ai sensi del Regolamento (UE) n. 651/2014
  • Avere una forte componente innovativa che sia in grado di generare vantaggi competitivi per l’impresa e di contribuire allo sviluppo del settore in cui opera.
  • Non essere quotate in mercati regolamentati o in sistemi multilaterali di negoziazione

Le PMI innovative devono avere un progetto di investimento coerente con le finalità del programma Smart & Start di Invitalia e soddisfare gli obblighi previsti dalla normativa in materia di lavoro, tributaria e previdenziale.

Le PMI innovative sono un importante motore per l’economia poiché contribuiscono alla crescita e allo sviluppo del Paese, generando nuovi posti di lavoro e innovazione. Il finanziamento Smart & Start di Invitalia rappresenta un’importante opportunità per queste imprese, poiché offre loro il supporto necessario per crescere e consolidarsi sul mercato.

Spin-off

Gli spin-off universitari sono nuove imprese create a partire da attività di ricerca sviluppate all’interno di un’università o di un’istituzione di ricerca. Queste imprese sono caratterizzate da una forte componente di innovazione e spesso operano in settori ad alto contenuto tecnologico.

Per essere considerati spin-off universitari, le imprese devono soddisfare determinati requisiti, tra cui:

  • Avere un legame diretto con un’università o un’istituzione di ricerca attraverso la proprietà o la licenza di una o più tecnologie sviluppate all’interno di questi enti;
  • Avere una forte componente innovativa che sia in grado di generare vantaggi competitivi per l’impresa e di contribuire allo sviluppo del settore in cui opera;
  • Avere sede legale e operativa in Italia.

Gli spin-off universitari rappresentano una fonte importante di innovazione e crescita per l’economia, poiché sono spesso impegnati in attività di ricerca e sviluppo all’avanguardia e possono contribuire alla creazione di nuovi posti di lavoro e allo sviluppo di nuovi mercati. Il finanziamento Smart & Start di Invitalia è un’importante opportunità per queste imprese, poiché offre loro il supporto necessario per trasformare le loro idee in realtà imprenditoriali di successo.

Come presentare la domanda

La presentazione della domanda per accedere al finanziamento Smart & Start di Invitalia avviene attraverso una procedura online, accessibile tramite il sito web di Invitalia. Per presentare la domanda è necessario seguire i seguenti passi:

  1. Accedere al sito web di Invitalia e registrarsi al portale per la presentazione delle domande di finanziamento;
  2. Scaricare e compilare il modello di domanda disponibile sul sito, inserendo tutte le informazioni richieste;
  3. Allegare tutta la documentazione richiesta, come ad esempio il business plan e la documentazione relativa alla propria situazione finanziaria;
  4. Inviare la domanda e la documentazione allegata tramite la piattaforma online di Invitalia.

È importante notare che la domanda deve essere presentata nel periodo di apertura del bando, specificato dalla Invitalia e che la documentazione richiesta deve essere completa e corretta per evitare rifiuti.

In conclusione, il finanziamento Smart & Start di Invitalia rappresenta un’importante opportunità per la nascita e lo sviluppo di nuove imprese innovative in Italia. Tuttavia, la procedura per accedere al finanziamento può essere complessa e richiedere una certa preparazione.

Per questo motivo, è importante rivolgersi a consulenti esperti come Incentivimpresa, che possono aiutare a comprendere meglio i requisiti del programma e a preparare la domanda in modo adeguato, aumentando così le possibilità di successo.

Incentivimpresa è specializzata nell’aiutare le aziende a accedere ai finanziamenti e alle agevolazioni fiscali e può offrire supporto nella compilazione della domanda di finanziamento, nella predisposizione della documentazione richiesta e nella negoziazione con Invitalia.

Dai un voto a questo articolo:
[Totale: 6 Media: 5]

46 Commenti

  1. Fabrizio Trinca

    Salve, avrei un progetto che prevede l’apertura di 1 o più punti vendita di prodotti per la sanificazione di ambienti rivolta al pubblico in quanto facili da usare e con efficacia contro batteri e agenti patogeni ed allergeni certificata dal primario di un noto ospedale pediatrico di Roma. L’innovazione è anche il servizio di piattaforma per le vendite online di prodotti attinenti direttamente da privato a privato attraverso i nostri canali digitali e usufruendo delle nostre infrastrutture e delle nostre valutazioni a garanzia del prodotti inseriti nel nostro portale. Sono previsti oltre alla specifica attività di commercio altri servizi accessori quali la sanificazione a domicilio e la consulenza a domicilio sul corretto uso degli articoli e la valutazione specifica degli ambienti caso per caso con la strategia migliore per le problematiche specifiche degli ambienti interessati.
    Questo progetto potrebbe rientrare nelle startup innovative oggetto di questo finanziamento?

    Rispondi
    • Marco Vuotto

      Ciao Fabrizio il progetto va adattato per l’accesso al bando Smart and Start sarebbe necessaria una consulenza ad hoc che puoi prenotare da qui

      Rispondi
  2. Rossella Lo Medico

    Buon giorno, sono una farmacista. Mi chiedevo se questi fondi , potessero finanziare l’apertura di una parafarmacia.
    Grazie.

    Rispondi
    • Marco Vuotto

      Ottimo!!

      Rispondi
  3. Cathia

    Buongiorno, mi chiamo Cathia, ho 48 anni, vivo in Sardegna e sono disoccupata da febbraio 2019…attulamente non percepisco alcun sostegno economico se non una pensione di invalidità mensile di 285 euro (sino a revisione INPS) erogata in seguito a carcinoma e cure chemioterapiche.
    Sto trovando serie difficoltà a trovare un lavoro nonostante sia nuovamente nel pieno delle mie forze.
    MI piacerebbe aprire un affittacamere perchè mi rimetterei in gioco e gestire la famiglia nello stesso tempo.
    Ho visto qui vicino a casa mia, una porzione di villa trifamiliare in vendita. Sarebbe interessante acquistarla e ristrutturarla (in quanto allo stato originale del 1978). Sarebbe perfetta per utilizzarla per affittare le camere. Io non ho disponibilità di accedere ad un mutuo bancario per l’acquisto, ma vorrei sapere, per favore, se ci sono dei finanziamenti agevolati e a fondo perduto ai quali accedere per poter acquistare l’immobile, ristrutturarlo e affittare avviando così una mia attività. Aprirei la partita iva, potrei versare i contributi all’INPS e sperare in una pensione futura.
    C’è qualcosa che mi permetta di avviare il mio sogno?

    Grazie mille per il tempo che dedicherete alla mia richiesta. Con l’occasione porgo

    Distinti saluti

    Cathia

    Rispondi
  4. Matteo

    Può essere congeniale per la creazione di un sito esport?

    Rispondi
    • Carmen Provetta

      Matteo Smart&Start finanzia progetti con un’elevata componente innovativa.
      Dovremmo approfondire il progetto per capire se rientra tra le attività finanziabili dal bando o orientarci verso altre opportunità finanziarie!!

      Rispondi
  5. ROBERTO PELEGRINI

    SONO UN ARTIGIANO DELLA PELLETTERIA , CON UN MIO MARCHIO
    VORREI AVVIARE ONLINE LA CREAZIONE DA PARTE DELL UTENTE DI ZOCCOLI E SCARPE PERSONALIZZATI TRAMITE UN ASSEMBLATORE DI PEZZI …CHE ANDREBBE SVILUPPATO A DOC DA UN PROGRAMMATORE .POTREBBE RIENTRARE NELLA CATEGORIA DI START UP INNOVATIVA ?

    Rispondi
    • Carmen Provetta

      Roberto per essere start-up innovativa dovresti sviluppare tu internamente, in ogni caso oltre Smart&Start che forse non è così adatto al tuo caso specifico, ci sono dei bandi che permettono al tuo progetto di ottenere il fondo perduto.

      Rispondi
  6. simone

    Salve, la mia associazione onls ha una fattoria di 3 ettari di terreno almeno 7 mila piante in incomodato di ulivi, animali e terreni da coltivare. L’idea è una fattoria didattica e abbiamo un laboratorio per la lavorazioni del verdure a norma e 7 mila alberi di ulivi.

    Rispondi
  7. simone

    salve siamo una onlus con tante potenzialità, e vorremmo potenziarla ancor di più, dando lavoro e innovazione educativa. E’ necessario aprirsi in cooperativa per accedere ai vostri bandi?

    Rispondi
  8. Paolo

    Ciao ho 52 anni e sono un esperto di modellazione e grafica 3 d, vorrei aprire n centri stampa al servizio delle industrie ed anche ai privati , posso accedere ai finanziamenti per l’acquisto delle macchine di stampa sia 3d che Cam ? Grazie per l’eventuale risposta

    Rispondi
  9. Marco

    Buongiorno,

    questo bando potrebbe essere utilizzato per avviare una enoteca online ?

    Rispondi
    • Carmelina

      Sono una parrucchiera e sono una piccola impresa con 6 dipendenti vorrei rendere il mio salone digitalizzato con specchi rochi e con programmi per vedersi con nuove acconciature , lavatesta con poltrone programmabili massaggio e cromoterapia e caschi di ultima generazione sempre digitali per trattamenti e lavori tecnici.
      Pensate che possa rientrare nel fondo perduto?

      Rispondi
      • Marco Vuotto

        Ciao Carmelina purtroppo Smart and Start non è il bando adatto

        Rispondi
  10. Francesco Rizzo

    Salve, tramite Smart Start è possibile realizzare una struttura ricettiva moderna?

    Rispondi
    • Marco Vuotto

      Assolutamente no!!

      Rispondi
  11. vincenzo

    ma il sito di invitalia come si deve cercare per accedervi io avevo gia’ una pratica e digitando invitalia entravo nel sito ora non c’e piu’, cosa devo digitare per navigare nel portale di invitalia

    Rispondi
    • Marco Vuotto

      Immagino devi rivolgerti ad Invitalia noi di Incentivimpresa siamo consulenti

      Rispondi
      • Antonio

        Salve io vorrei aprire un negozio da zero… Riguardante il commercio di smartphone e la loro assistenza e macchinari di ultima generazione per rigenerare display e altro.consideranto anche l acquisto del locale… Posso usufruire del progetto smart&start? Ah ovviamente in campania

        Rispondi
        • Marco Vuotto

          Ma non è smart and start il bando adatto

          Rispondi
  12. Cesare patrizi

    Buonasera,
    vorrei chiedervi se il mio progetto di start up per produrre energia da fonti rinnovabili (in questo caso fotovoltaico di ultima generazione) da rivendere ai grandi gestori, può essere considerata innovativa e quindi usufruire del vostro supporto al fine di ottenere fondi per sostenere questa idea di impresa. Grazie.

    Rispondi
  13. MARIA JOSE VARGAS GONZALEZ

    SALVE HO APERTO UN’AGENZIA D’AFFARI A GENOVA ( LIGURIA ), SI ORGANIZZANO EVENTI FESTE , WEDDING PLANNER, MATRIMONI E SIMILI, ALL’INTERNO VENDIAMO ANCHE ABITI DA MATRIMONI E CERIMONIE…VORREMMO AMPLIARCI E TROVARE UN NEGOZIO PIU GRANDE E POSSIAMO USUFRUIRE DI QUALCHE BANDO CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO?
    GRAZIE MILLE

    Rispondi
  14. Patrizia

    Buongiorno,
    occorrono caratteristiche particolari per essere inseriti nella sezione start up innovative?

    Rispondi
    • Marco Vuotto

      Si certo

      Rispondi
  15. Marta

    Salve ho attivato da un paio di medi in azienda che di occupa di impianti tecnologici vorrei avere delle informazioni su come poter ricerche un incentivo

    Rispondi
  16. Lorena

    salve volevo sapere se questi finanziamenti possono essere richiesti per acquisto licenza per il bar e relativo ampliamento.Lattività verrebbe aperta da mia nipote grazie

    Rispondi
    • Marco Vuotto

      assolutamente no il finanziamento smart e start è dedicato alle start up innovative

      Rispondi
    • Giovanna Manfredi

      Salve vorrei aprire un supermercato quali bandi posso partecipare

      Rispondi
  17. Claudio

    Buongiorno, stiamo progettando l’acquisto ed il recupero di un vecchio (storico) albergo in una cittadina di mare. Potrebbe rientrare nel finanziamento a tasso zero “Smart and start”, e quali caratteristiche dovrebbe avere il progetto di recupero e gestione per poter rientrare tra i progetti innovativi, si pensava di puntare sul turismo culturale e di valorizzazione del territorio. Saluti Claudio.

    Rispondi
    • Marco Vuotto

      Ciao Claudio Smart e Start non il bando adatto ma ci sono altri bandi idonei per il tuo progetto

      Rispondi
      • Jacopo

        Potresti segnalarmi per favore quali bandi sarebbero idonei. Nello specifico si parla dell’apertura di un ostello in Sardegna.

        Rispondi
        • Marco Vuotto

          Per fare questo hai bisogno di consulenza specialistica

          Rispondi
          • Giovanna Manfredi

            Buonasera vorrei sapere cortesemente dettagliatamente quali sono le attivita x poter partecipare al bando smartstart grazie

        • Andrea

          Salve, siamo 5 soci oltre i 35 anni, abbiamo un progetto da sviluppare su APP, che consiste in un percorso di accompagnamento dello studente, dalla scelta dell’università all’entrata del mondo del lavoro. Sede Sardegna. Siamo in Target?

          Rispondi
          • Carmen Provetta

            Ciao Andrea, dovremmo approfondire meglio l’idea di business per capire se c’è la componente innovativa, che è il requisito fondamentale per partecipare al bando smart&start. Se vuoi possiamo sentirci al 3921584107.

  18. Hervé

    Buongiorno,

    Un e-commerce alimentare aperto 2 anni fa può rientrare in questo bando?

    Rispondi
    • Marco Vuotto

      Dipende dal tipo di e-commerce

      Rispondi
  19. Antonio AMBROSINO

    Salve, volevo sapere se Smart e Start è un tipo di finanziamento che potrebbe interfacciarsi con un’azienda di trasformazione, sezionamento e confezionamento carni visto che oltre alle svariate macchine c’è anche tanta tecnologia tra server e bilance collegate a programmi per la tracciabilità, carico e scarico merci. Grazie.

    Rispondi
    • Marco Vuotto

      Antonio al di là dell’attività svolta va individuata l’innovazione o di processo o di prodotto. In ogni caso puoi sottoporre la tua idea ai nostri esperti che gratuitamente valuteranno se il tuo progetto è candidabile a smart and start

      Rispondi
  20. Marco Vuotto

    Mi spiace ma smart e start non è adatto

    Rispondi
    • Marco Vuotto

      Certo di recente Invitalia non solo ha destinato ulteriori risorse a questo bando ma ha anche assicurato che i tempi di istruttoria saranno molto brevi

      Rispondi
  21. ANGELO COSTANTINI

    mia nipote vorrebbe svolgere in proprio l’attività di parrucchiera. Pertanto vorrebbe ristrutturare e rendere idoneo un locale di proprietà per la nuova attività. Ho cercato di leggere le Gazzette Ufficiali alla ricerca di agevolazioni e prestiti a fondo perduto o a tassi agevolati. Dico una sola cosa; MI E’ VENUTO IL MAL DI TESTA A LEGGERE LE GAZZETTE UFFICIALI PER LA COMPLESSITA’ DI ARTICOLI , LEGGI E DECRETI LEGISLATIVI A CUI FANNO RIFERIMENTO. NON CI SI CAPISCE UN TUBO !!!!!!!! SE QUESTA PUO’ CHIAMARSI SEMPLIFICAZIONE , PER AGEVOLARE L’OCCUPAZIONE GIOVANILE O CREARE UNA PROPRIA ATTIVITA’. VIVA LA COMPLESSITA’

    Rispondi
    • Marco Vuotto

      Gentile Angelo leggere ed interpretare i bandi di finanziamento non è una cosa semplice. Purtroppo il bando Smart e Start non è adatto a finanziare l’attività che intende avviare tua nipote. Esistono due finanziamenti di Invitalia adatti per l’attività di parrucchiera che intende avviare tua nipote.

      Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *