Smart e Start Invitalia Finanziamento Start Up Innovative Novità 2022

da | 22 Set 2022 | Approfondimenti | 46 commenti |

Smart e Start 2022 Italia è un bando realizzato per supportare la nascita e la crescita delle start up innovative ad alto contenuto tecnologico su tutto il territorio nazionale.

Tale misura è stata introdotta dal Ministero dello Sviluppo Economico e finanzia business plan per un importo compreso tra 100.000 e 1,5 milioni di euro, includendo diverse categorie di spese e dal 14 luglio le aziende ammesse possono già richiedere una quota di finanziamento agevolato a fondo perduto.

Questa guida ti spiegherà in modo chiaro e dettagliato cos’è Smart e Start 2022, come funziona, quali sono le spese ammissibili, i requisiti e come fare domanda.

Cos’è Smart e Start 2022

Smart e Start 2022 nasce con lo scopo di creare in Italia una nuova cultura imprenditoriale legata all’economia digitale, valorizzando i risultati della ricerca scientifica e tecnologica e col tentativo di evitare la fuga dei “cervelli” all’estero, favorendone il rientro di quelli già partiti.

Questo bando supporta la nascita e la crescita delle start-up innovative ad alto contenuto tecnologico su tutto il territorio nazionale.

Possono essere finanziati progetti la cui spesa può variare tra i 100.000 euro a 1,5 milioni di euro, presentati da start-up innovative già costituite o da persone fisiche che intendono costituirne una.

Che cos’è una start-up innovativa? Una start-up innovativa è una giovane azienda high-tech con un forte potenziale di crescita.

Tutte le novità di Smart e Start 2022

La normativa ora prevede la possibilità per le start-up innovative beneficiarie di richiedere la conversione in contributo a fondo perduto di una quota del finanziamento agevolato ottenuto, secondo le modalità operative illustrate dalla Circolare MISE n. 253833 del 4 luglio 2022.

Ciò vale nel caso in cui la medesima start-up innovativa sia destinataria di investimenti nel capitale di rischio attuati da investitori terzi (regolamentati o qualificati) o da soci persone fisiche.

Inoltre sono stati stanziati 100 milioni di euro dal MISE per il Fondo Smart and Start, destinato esclusivamente alle imprese femminili. Questo fa parte dei 400 milioni di euro stanziati dal PNRR per gli investimenti nella “Creazione di imprese femminili”.

A chi si rivolge Smart e Start 2022

Smart e Start 2022 prevede finanziamenti per le start-up innovative costituite negli ultimi 60 mesi e iscritte alla sezione speciale del Registro delle Imprese.

Con Smart e Start 2022 possono presentare domanda di finanziamento:

  • piccole imprese costituite da non più di 60 mesi;
  • team di persone che vogliono avviare un’attività innovativa in Italia, anche se hanno sede all’estero, o cittadini stranieri con un “start-up Visa”;
  • imprese straniere che si impegnano a creare almeno una sede in Italia.

Cosa finanzia Smart e Start 2022

Con Smart e Start 2022 puoi finanziare:

  • Immobilizzazioni come nuovi impianti, macchinari e attrezzature, o attrezzature tecnico-scientifiche funzionali e coerenti con l’attività dell’azienda;
  • beni immateriali necessari per l’attività oggetto dell’incentivo, quali brevetti, marchi e licenze, certificazioni, know-how e conoscenze tecniche, anche non brevettate, correlate alle esigenze produttive e gestionali dell’azienda;
  • I servizi che sono necessari all’azienda per raggiungere i propri obiettivi e che sono direttamente collegati alle esigenze produttive dell’azienda. Ad esempio, la progettazione, lo sviluppo, la personalizzazione e il collaudo di soluzioni di architettura informatica e di impianti tecnologici di produzione, la consulenza tecnologica specialistica, i servizi forniti da incubatori e acceleratori d’impresa, i costi di marketing e web-marketing legati alle collaborazioni instaurate con enti di ricerca per la realizzazione del business plan.
  • Tutti i dipendenti e collaboratori, a prescindere dalla qualifica, in possesso dei requisiti di cui all’articolo 25, comma 2, lettera h), numero 2), del Decreto Legislativo n. 179 del 2012, nella misura in cui siano impiegati funzionalmente nell’attuazione del piano industriale. 179 del 2012, nella misura in cui siano funzionalmente impiegati nell’attuazione del piano industriale.

Fino al 20% di tali spese è ammissibile anche il contributo per il fabbisogno di capitale circolante relativo a spese per:

  • materie prime;
  • servizi necessari all’attività d’impresa, compresi i servizi di hosting e di alloggio;
  • godimento di beni di terzi.

I piani aziendali devono essere avviati dopo la presentazione della domanda e devono essere completati entro 24 mesi dalla data di firma del contratto di finanziamento.

Le caratteristiche del business plan

Il progetto finanziabile con Smart and Start 2022 deve avere almeno una delle seguenti caratteristiche:

  • essere orientato allo sviluppo di prodotti, servizi o soluzioni nel campo dell’economia digitale, dell’intelligenza artificiale, della blockchain e dell’internet delle cose;
  • avere un significativo contenuto tecnologico e innovativo;
  • essere finalizzati alla valorizzazione economica dei risultati della ricerca pubblica e privata.

Esempi di spese ammissibili

Alcune delle spese ammissibili per il piano aziendale nell’ambito dell’opportunità di finanziamento Smart and Start 2022 possono essere, ad esempio:

  • impianti, macchinari e attrezzature nuove di fabbrica;
  • componenti hardware e software;
  • brevetti, marchi e licenze;
  • certificazioni, know-how e conoscenze tecniche direttamente correlate alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa;
  • licenze e diritti relativi all’utilizzo di titoli della proprietà industriale;
  • progettazione, sviluppo, personalizzazione, collaudo di soluzioni architetturali informatiche e di impianti tecnologici produttivi;
  • licenze relative all’utilizzo di software;
  • consulenze specialistiche tecnologiche;
  • costi salariali relativi al personale dipendente, nonché costi relativi a collaboratori;
  • servizi di incubazione e di accelerazione di impresa;
  • investimenti in marketing e web marketing.

Per quanto riguarda invece i costi operativi finanziabili, sono ammessi ad esempio:

  • materie prime;
  • servizi necessari per lo svolgimento delle attività aziendali;
  • ospitalità e alloggio;
  • utilizzo di beni di proprietà di terzi.

Le agevolazioni di Smart e Start 2022

Le startup che ne fanno richiesta possono beneficiare dei seguenti vantaggi:

  • finanziamento agevolato, senza interessi, per un importo pari all’80% delle spese ammissibili;
  • servizi di tutoraggio;
  • conversione di una parte del finanziamento agevolato ottenuto in una sovvenzione.

Vediamo nel dettaglio i termini di questi vantaggi.

Finanziamento agevolato

Smart e Start Italia 2022 offre un finanziamento a tasso zero, senza garanzie, per coprire l’80% delle spese ammissibili. Questa percentuale può salire al 90% se la start-up:

  • è interamente composta da donne o da giovani di età inferiore ai 36 anni;
  • ha tra i suoi soci un esperto con dottorato di ricerca (o equivalente) conseguito da non più di 6 anni e stabilmente impiegato all’estero in attività di ricerca o insegnamento da almeno tre anni.

Le start-up con sede in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia possono godere di un contributo a fondo perduto pari al 30% del prestito e restituire solo il 70% del finanziamento ricevuto.

Il Decreto Rilancio ha poi esteso il contributo in denaro (30% del finanziamento concesso) alle startup innovative situate nell’area sismica del Centro Italia.

Il prestito deve essere restituito entro 10 anni, a partire dal 12° mese successivo al ricevimento dell’ultima rata.

Servizi di tutoraggio

Le startup innovative costituite da non più di 12 mesi possono usufruire di servizi di tutoraggio tecnico-gestionale individuati in base alle caratteristiche delle startup. Il valore di tali servizi è pari a:

  • 15.000 euro per le start up localizzate nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia;
  • 7.500 euro per le start up localizzate nel restante territorio nazionale.

Questo programma è un mix di servizi specializzati forniti sotto forma di:

  • webinar su aree di interesse per le imprese;
  • un servizio di mentorship che fornisce alle imprese il supporto di un esperto nelle aree di gestione identificate nella fase di pianificazione.

Contributo a fondo perduto per le Start-Up Innovative

Le start-up innovative che hanno beneficiato di Smart e Start Italia 2022 possono richiedere la conversione delle sovvenzioni esistenti in contributi a fondo perduto.

È valido fino a un importo pari al 50% delle somme apportate da terzi investitori o partner fisici.

Il limite massimo del 50% del totale delle agevolazioni concesse rimane invariato.

Come partecipare a Smart e Start 2022

L’incentivo Smart and Start 2022 è a sportello, quindi non ci sono graduatorie o scadenze. Le domande vengono esaminate entro 60 giorni, in ordine di arrivo. La procedura di richiesta delle agevolazioni è completamente automatizzata, grazie al supporto di Invitalia.

Invitalia è l’ente valutatore dei business plan, in base ai seguenti criteri di valutazione:

  • adeguatezza delle competenze tecniche, organizzative e gestionali richieste dall’attività imprenditoriale;
  • carattere innovativo dell’idea alla base del piano di impresa, in riferimento alla introduzione di un nuovo prodotto o servizio, ovvero di nuove soluzioni organizzative o produttive;
  • sostenibilità economica e finanziaria dell’iniziativa, anche tenuto conto delle prospettive del mercato di riferimento al quale l’impresa proponente rivolge la propria offerta, ovvero del potenziale nuovo mercato individuato;
  • fattibilità tecnologica ed operativa del piano d’impresa.

Inoltre, è previsto un punteggio aggiuntivo in fase di valutazione per le iniziative che:

  • attivano collaborazioni con incubatori, acceleratori d’impresa, compresi gli innovation hub e gli organismi di ricerca;
  • operano al Centro-Nord e realizzano piani di impresa al Sud;
  • dispongono di un accordo di investimento con un investitore qualificato;
  • dispongono del rating di legalità.

Sei hai bisogno di una consulenza specializza sul bando Smart e Start non esitare a contattarci.

Dai un voto a questo articolo:
[Totale: 6 Media: 5]

46 Commenti

  1. Fabrizio Trinca

    Salve, avrei un progetto che prevede l’apertura di 1 o più punti vendita di prodotti per la sanificazione di ambienti rivolta al pubblico in quanto facili da usare e con efficacia contro batteri e agenti patogeni ed allergeni certificata dal primario di un noto ospedale pediatrico di Roma. L’innovazione è anche il servizio di piattaforma per le vendite online di prodotti attinenti direttamente da privato a privato attraverso i nostri canali digitali e usufruendo delle nostre infrastrutture e delle nostre valutazioni a garanzia del prodotti inseriti nel nostro portale. Sono previsti oltre alla specifica attività di commercio altri servizi accessori quali la sanificazione a domicilio e la consulenza a domicilio sul corretto uso degli articoli e la valutazione specifica degli ambienti caso per caso con la strategia migliore per le problematiche specifiche degli ambienti interessati.
    Questo progetto potrebbe rientrare nelle startup innovative oggetto di questo finanziamento?

    Rispondi
    • Marco Vuotto

      Ciao Fabrizio il progetto va adattato per l’accesso al bando Smart and Start sarebbe necessaria una consulenza ad hoc che puoi prenotare da qui

      Rispondi
  2. Rossella Lo Medico

    Buon giorno, sono una farmacista. Mi chiedevo se questi fondi , potessero finanziare l’apertura di una parafarmacia.
    Grazie.

    Rispondi
    • Marco Vuotto

      Ottimo!!

      Rispondi
  3. Cathia

    Buongiorno, mi chiamo Cathia, ho 48 anni, vivo in Sardegna e sono disoccupata da febbraio 2019…attulamente non percepisco alcun sostegno economico se non una pensione di invalidità mensile di 285 euro (sino a revisione INPS) erogata in seguito a carcinoma e cure chemioterapiche.
    Sto trovando serie difficoltà a trovare un lavoro nonostante sia nuovamente nel pieno delle mie forze.
    MI piacerebbe aprire un affittacamere perchè mi rimetterei in gioco e gestire la famiglia nello stesso tempo.
    Ho visto qui vicino a casa mia, una porzione di villa trifamiliare in vendita. Sarebbe interessante acquistarla e ristrutturarla (in quanto allo stato originale del 1978). Sarebbe perfetta per utilizzarla per affittare le camere. Io non ho disponibilità di accedere ad un mutuo bancario per l’acquisto, ma vorrei sapere, per favore, se ci sono dei finanziamenti agevolati e a fondo perduto ai quali accedere per poter acquistare l’immobile, ristrutturarlo e affittare avviando così una mia attività. Aprirei la partita iva, potrei versare i contributi all’INPS e sperare in una pensione futura.
    C’è qualcosa che mi permetta di avviare il mio sogno?

    Grazie mille per il tempo che dedicherete alla mia richiesta. Con l’occasione porgo

    Distinti saluti

    Cathia

    Rispondi
  4. Matteo

    Può essere congeniale per la creazione di un sito esport?

    Rispondi
    • Carmen Provetta

      Matteo Smart&Start finanzia progetti con un’elevata componente innovativa.
      Dovremmo approfondire il progetto per capire se rientra tra le attività finanziabili dal bando o orientarci verso altre opportunità finanziarie!!

      Rispondi
  5. ROBERTO PELEGRINI

    SONO UN ARTIGIANO DELLA PELLETTERIA , CON UN MIO MARCHIO
    VORREI AVVIARE ONLINE LA CREAZIONE DA PARTE DELL UTENTE DI ZOCCOLI E SCARPE PERSONALIZZATI TRAMITE UN ASSEMBLATORE DI PEZZI …CHE ANDREBBE SVILUPPATO A DOC DA UN PROGRAMMATORE .POTREBBE RIENTRARE NELLA CATEGORIA DI START UP INNOVATIVA ?

    Rispondi
    • Carmen Provetta

      Roberto per essere start-up innovativa dovresti sviluppare tu internamente, in ogni caso oltre Smart&Start che forse non è così adatto al tuo caso specifico, ci sono dei bandi che permettono al tuo progetto di ottenere il fondo perduto.

      Rispondi
  6. simone

    Salve, la mia associazione onls ha una fattoria di 3 ettari di terreno almeno 7 mila piante in incomodato di ulivi, animali e terreni da coltivare. L’idea è una fattoria didattica e abbiamo un laboratorio per la lavorazioni del verdure a norma e 7 mila alberi di ulivi.

    Rispondi
  7. simone

    salve siamo una onlus con tante potenzialità, e vorremmo potenziarla ancor di più, dando lavoro e innovazione educativa. E’ necessario aprirsi in cooperativa per accedere ai vostri bandi?

    Rispondi
  8. Paolo

    Ciao ho 52 anni e sono un esperto di modellazione e grafica 3 d, vorrei aprire n centri stampa al servizio delle industrie ed anche ai privati , posso accedere ai finanziamenti per l’acquisto delle macchine di stampa sia 3d che Cam ? Grazie per l’eventuale risposta

    Rispondi
  9. Marco

    Buongiorno,

    questo bando potrebbe essere utilizzato per avviare una enoteca online ?

    Rispondi
    • Carmelina

      Sono una parrucchiera e sono una piccola impresa con 6 dipendenti vorrei rendere il mio salone digitalizzato con specchi rochi e con programmi per vedersi con nuove acconciature , lavatesta con poltrone programmabili massaggio e cromoterapia e caschi di ultima generazione sempre digitali per trattamenti e lavori tecnici.
      Pensate che possa rientrare nel fondo perduto?

      Rispondi
      • Marco Vuotto

        Ciao Carmelina purtroppo Smart and Start non è il bando adatto

        Rispondi
  10. Francesco Rizzo

    Salve, tramite Smart Start è possibile realizzare una struttura ricettiva moderna?

    Rispondi
    • Marco Vuotto

      Assolutamente no!!

      Rispondi
  11. vincenzo

    ma il sito di invitalia come si deve cercare per accedervi io avevo gia’ una pratica e digitando invitalia entravo nel sito ora non c’e piu’, cosa devo digitare per navigare nel portale di invitalia

    Rispondi
    • Marco Vuotto

      Immagino devi rivolgerti ad Invitalia noi di Incentivimpresa siamo consulenti

      Rispondi
      • Antonio

        Salve io vorrei aprire un negozio da zero… Riguardante il commercio di smartphone e la loro assistenza e macchinari di ultima generazione per rigenerare display e altro.consideranto anche l acquisto del locale… Posso usufruire del progetto smart&start? Ah ovviamente in campania

        Rispondi
        • Marco Vuotto

          Ma non è smart and start il bando adatto

          Rispondi
  12. Cesare patrizi

    Buonasera,
    vorrei chiedervi se il mio progetto di start up per produrre energia da fonti rinnovabili (in questo caso fotovoltaico di ultima generazione) da rivendere ai grandi gestori, può essere considerata innovativa e quindi usufruire del vostro supporto al fine di ottenere fondi per sostenere questa idea di impresa. Grazie.

    Rispondi
  13. MARIA JOSE VARGAS GONZALEZ

    SALVE HO APERTO UN’AGENZIA D’AFFARI A GENOVA ( LIGURIA ), SI ORGANIZZANO EVENTI FESTE , WEDDING PLANNER, MATRIMONI E SIMILI, ALL’INTERNO VENDIAMO ANCHE ABITI DA MATRIMONI E CERIMONIE…VORREMMO AMPLIARCI E TROVARE UN NEGOZIO PIU GRANDE E POSSIAMO USUFRUIRE DI QUALCHE BANDO CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO?
    GRAZIE MILLE

    Rispondi
  14. Patrizia

    Buongiorno,
    occorrono caratteristiche particolari per essere inseriti nella sezione start up innovative?

    Rispondi
    • Marco Vuotto

      Si certo

      Rispondi
  15. Marta

    Salve ho attivato da un paio di medi in azienda che di occupa di impianti tecnologici vorrei avere delle informazioni su come poter ricerche un incentivo

    Rispondi
  16. Lorena

    salve volevo sapere se questi finanziamenti possono essere richiesti per acquisto licenza per il bar e relativo ampliamento.Lattività verrebbe aperta da mia nipote grazie

    Rispondi
    • Marco Vuotto

      assolutamente no il finanziamento smart e start è dedicato alle start up innovative

      Rispondi
    • Giovanna Manfredi

      Salve vorrei aprire un supermercato quali bandi posso partecipare

      Rispondi
  17. Claudio

    Buongiorno, stiamo progettando l’acquisto ed il recupero di un vecchio (storico) albergo in una cittadina di mare. Potrebbe rientrare nel finanziamento a tasso zero “Smart and start”, e quali caratteristiche dovrebbe avere il progetto di recupero e gestione per poter rientrare tra i progetti innovativi, si pensava di puntare sul turismo culturale e di valorizzazione del territorio. Saluti Claudio.

    Rispondi
    • Marco Vuotto

      Ciao Claudio Smart e Start non il bando adatto ma ci sono altri bandi idonei per il tuo progetto

      Rispondi
      • Jacopo

        Potresti segnalarmi per favore quali bandi sarebbero idonei. Nello specifico si parla dell’apertura di un ostello in Sardegna.

        Rispondi
        • Marco Vuotto

          Per fare questo hai bisogno di consulenza specialistica

          Rispondi
          • Giovanna Manfredi

            Buonasera vorrei sapere cortesemente dettagliatamente quali sono le attivita x poter partecipare al bando smartstart grazie

        • Andrea

          Salve, siamo 5 soci oltre i 35 anni, abbiamo un progetto da sviluppare su APP, che consiste in un percorso di accompagnamento dello studente, dalla scelta dell’università all’entrata del mondo del lavoro. Sede Sardegna. Siamo in Target?

          Rispondi
          • Carmen Provetta

            Ciao Andrea, dovremmo approfondire meglio l’idea di business per capire se c’è la componente innovativa, che è il requisito fondamentale per partecipare al bando smart&start. Se vuoi possiamo sentirci al 3921584107.

  18. Hervé

    Buongiorno,

    Un e-commerce alimentare aperto 2 anni fa può rientrare in questo bando?

    Rispondi
    • Marco Vuotto

      Dipende dal tipo di e-commerce

      Rispondi
  19. Antonio AMBROSINO

    Salve, volevo sapere se Smart e Start è un tipo di finanziamento che potrebbe interfacciarsi con un’azienda di trasformazione, sezionamento e confezionamento carni visto che oltre alle svariate macchine c’è anche tanta tecnologia tra server e bilance collegate a programmi per la tracciabilità, carico e scarico merci. Grazie.

    Rispondi
    • Marco Vuotto

      Antonio al di là dell’attività svolta va individuata l’innovazione o di processo o di prodotto. In ogni caso puoi sottoporre la tua idea ai nostri esperti che gratuitamente valuteranno se il tuo progetto è candidabile a smart and start

      Rispondi
  20. Marco Vuotto

    Mi spiace ma smart e start non è adatto

    Rispondi
    • Marco Vuotto

      Certo di recente Invitalia non solo ha destinato ulteriori risorse a questo bando ma ha anche assicurato che i tempi di istruttoria saranno molto brevi

      Rispondi
  21. ANGELO COSTANTINI

    mia nipote vorrebbe svolgere in proprio l’attività di parrucchiera. Pertanto vorrebbe ristrutturare e rendere idoneo un locale di proprietà per la nuova attività. Ho cercato di leggere le Gazzette Ufficiali alla ricerca di agevolazioni e prestiti a fondo perduto o a tassi agevolati. Dico una sola cosa; MI E’ VENUTO IL MAL DI TESTA A LEGGERE LE GAZZETTE UFFICIALI PER LA COMPLESSITA’ DI ARTICOLI , LEGGI E DECRETI LEGISLATIVI A CUI FANNO RIFERIMENTO. NON CI SI CAPISCE UN TUBO !!!!!!!! SE QUESTA PUO’ CHIAMARSI SEMPLIFICAZIONE , PER AGEVOLARE L’OCCUPAZIONE GIOVANILE O CREARE UNA PROPRIA ATTIVITA’. VIVA LA COMPLESSITA’

    Rispondi
    • Marco Vuotto

      Gentile Angelo leggere ed interpretare i bandi di finanziamento non è una cosa semplice. Purtroppo il bando Smart e Start non è adatto a finanziare l’attività che intende avviare tua nipote. Esistono due finanziamenti di Invitalia adatti per l’attività di parrucchiera che intende avviare tua nipote.

      Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.