Finanza Agevolata

Finanziamenti e Contributi. Tutto quello che devi sapere per accedere ai fondi della finanza agevolata per le imprese.

0
98

Parlare di finanza agevolata alle imprese significa parlare di opportunità per la crescita e lo sviluppo di nuovi progetti. Si tratta di interventi finanziari, proposti dal legislatore nazionale, regionale o comunitario, che hanno l’obiettivo di favorire gli aspiranti imprenditori e di rafforzare la competitività delle aziende già presenti sul territorio. Gli strumenti utilizzati sono molteplici: contributi a fondo perduto, finanziamenti agevolati, microcredito e sgravi fiscali.

Ogni volta che viene attivato un bando o pubblicato un avviso per un’agevolazione, ti troverai a leggere numerosi dettagli non sempre di immediata comprensione. Per aiutarti ti proponiamo una panoramica dei concetti chiave che ti permetteranno di procedere senza pensieri.

Finanza agevolata in pillole

Le agevolazioni concesse alle imprese vengono solitamente erogate sotto forma di finanziamenti a fondo perduto, oppure di finanziamenti agevolati e proporzionati al totale delle spese ammesse, microcredito o riconosciute con sgravi fiscali o altre forme di incentivo.

Chi può accedere ai finanziamenti

  • Micro imprese
  • PMI
  • Aspiranti imprenditori
  • Imprenditoria femminile
  • Start Up
  • Under 35

Ogni volta che leggerai un bando, ti consigliamo di verificare chi sono i potenziali beneficiari e quali sono i requisiti richiesti. Se sei interessato e hai tutte le carte in regola allora potrai procedere con la compilazione della richiesta.

Quando senti parlare di requisiti, considera che per accedere ai fondi viene richiesto di essere iscritto al Registro delle Imprese, ad eccezione degli aspiranti imprenditori per i quali sarà indicata la tempistica per ottemperare a tale obbligo, anche a concessione avvenuta.

Le spese finanziabili

Quando si parla di finanza agevolata devi sempre verificare quali sono i costi ammessi, ovvero le spese che possono essere oggetto di finanziamento. In ogni bando ci sarà una sezione dove troverai specificate le tipologie riconosciute e la relativa percentuale di copertura. Per esempio, in alcuni potrai leggere che i fondi potranno essere utilizzati per l’acquisto di macchinari o per coprire spese di promozione o partecipazione ad eventi. Una nota importante riguarda le spese considerate singolarmente, che andranno sempre considerate al netto dell’IVA.

Leggi anche: Finanziamenti Europei / Contributi a Fondo Perduto

Terminologia di settore

I bandi regionali, nazionali o comunitari spesso presentano gli strumenti di finanza agevolata per le imprese usando il così detto burocratese. A volte il linguaggio per i non addetti ai lavori crea difficoltà, per questo vogliamo darti qualche dritta.

Se nel testo del bando leggi che la tua impresa deve essere registrata con un determinato codice Ateco, stai tranquillo perché il tuo commercialista avrà certamente provveduto ad associarne almeno uno alla tua impresa. Si tratta del Codice di Attività Economica che si compone di 6 cifre e identifica la tua impresa. Lo puoi trovare sulla visura camerale oppure puoi richiedere al commercialista a cui ti sei rivolto per l’apertura della partita iva. Sul sito Istat puoi consultare l’elenco completo e aggiornato di tutti i codici Ateco.

Un’altra dicitura che potrebbe esserti utile conoscere più nel dettaglio è il Regime de Minimis, ovvero quella locuzione che indica piccoli aiuti che possono essere concessi alle imprese, senza l’obbligo di notifica all’Unione Europea.

Hai domande sulla finanza agevolata? Scrivi la tua richiesta nei commenti.

Sommario
Artcolo
Finanza Agevolata
Descrizione
Finanza Agevolata per le imprese
Autore
Pubbicato da:
Incentivimpresa

RISPONDI

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome