Gli incentivi alle imprese sono una concreta opportunità per PMI, aspiranti imprenditori e liberi professionisti che attraverso fondi pubblici possono finanziare il loro progetto di business. Per questo motivo è importante accedere ai bandi nazionali e regionali seguendo le istruzioni e presentando la domanda di partecipazione in modo corretto.

Entra nel cuore di questo articolo per sapere come muoverti nel mondo dei finanziamenti a fondo perduto.

Vademecum sugli incentivi alle imprese

Per guidarti nel mondo delle agevolazioni, abbiamo pensato di raccogliere alcuni suggerimenti utili per il primo approccio ad un bando pubblico.

Il consiglio principale che ti voglio dare è quello di leggere sempre tutto il bando, quindi l’avviso pubblico, la modulistica resa disponibile e le FAQ sempre molto pratiche.

Non trascurare mai…

Gli elementi a cui devi sempre prestare attenzione sono la tipologia di contributo a fondo perduto o finanziamento a fondo perduto erogabile, i soggetti beneficiari, i requisiti, la modalità di partecipazione e la scadenza.

Tieni a mente quali sono le differenze tra finanziamento agevolato e contributo a fondo perduto, perché solo così potrai procedere passo dopo passo senza sorprese. Un’informazione utile che non ti deve mancare è la forma in cui ti sarà riconosciuta l’agevolazione e quindi modalità e tempi di erogazione in caso di riscontro positivo.

Verifica se puoi partecipare ad un bando di finanza agevolata compila il form che trovi qui sotto.

Verifica di avere tutte le carte in regola per partecipare

I bandi regionali e nazionali specificano sempre la tipologia di soggetti a cui si rivolgono e le caratteristiche che devono avere. Per esempio, l’avviso pubblico potrebbe rivolgersi alle PMI e non alle micro imprese, oppure tra i potenziali beneficiari potrebbero esserci le MPMI ma a condizione che si stabilisca un partenariato con enti di ricerca.

Un altro compito che ti spetta per essere sicuro di procedere nel modo corretto, è la verifica dei requisiti. Per esempio il bando talvolta indica limitazioni circa l’età degli aspiranti imprenditori, oppure specifiche sulla localizzazione dell’attività. Non solo, troverai indicati quali sono i progetti e i costi ammissibili, quindi l’ambito d’investimento e l’entità sono elementi da tenere in considerazione.

Le spese finanziabili

Come funziona il bando? Soffermati sempre sulla sezione in cui si parla delle spese, per sapere se si tratta di costi che dovrai aver già sostenuto o se si parla di quelle che intendi affrontare e per i quali ti occorrono i fondi. Inoltre, spesso nel testo integrale del bando viene esplicitata la tipologia di questi costi, per esempio quella relativa ad attrezzature e macchinari o per consulenze specialistiche.

Compila la domanda di partecipazione curando ogni dettaglio

Sul sito web dell’ente erogante sono indicati tutti i documenti che occorre presentare e sono allegati i moduli necessari per corredare la domanda di finanziamento di tutto ciò che è richiesto. Istruire la pratica non è sempre cosa facile, per questo motivo vengono sempre forniti dei contatti a cui fare riferimento per chiedere assistenza. Inoltre, nell’ambito degli incentivi impresa ci sono consulenti esperti che possono aiutarti, per cui non disperare, non sei solo.

Ricorda che se la tua richiesta di accesso ai fondi risultasse errata o mancante di qualche informazione, sarà scartata.

Hai dubbi o domande? Scrivi la tua richiesta nei commenti!