Il finanziamento a fondo perduto per la digitalizzazione è un’iniziativa della Regione Emilia Romagna a favore della diffusione della tecnologia elettronica digitale. Infatti, l’intervento si propone di supportare i processi di conversione al digitale nel settore socio-culturale, stimolando gli investimenti nell’innovazione tecnologica. Scopri come funziona il bando regionale, chi può accedere al finanziamento e con quali progetti.

Il bando per la digitalizzazione in Emilia Romagna

La misura finanziaria promossa dalla Regione è dedicata alle sale cinematografiche ancora funzionanti con sistemi più tradizionali. E’ regolamentata dalla L.R. 18/2015 e prevede l’erogazione di un contributo a fondo perduto fino al 50%. Ecco nel dettaglio chi sono i soggetti che potranno beneficiarne e per quali progetti d’investimento.

A chi si rivolge

La domanda di accesso al contributo potrà essere presentata da soggetti pubblici, come i Comuni proprietari o gestori delle sale di proiezione e da enti privati, come fondazioni e associazioni con finalità culturali e ricreative. Tutti i potenziali beneficiari dovranno essere in regola con quanto previsto dalla legge in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro, contratti e normative di tutela dell’ambiente.

Leggi: Finanziamenti a Fondo Perduto 2018 Bandi Maggio

Le spese finanziabili

I soggetti aventi i requisiti giuridici per accedere alle agevolazioni potranno utilizzare i fondi ricevuti per finanziare il proprio progetto di conversione alla tecnologia digitale di schermi e sale cinematografiche. E’ importante che l’investimento sia coerente con l’obiettivo del bando e che le spese per cui si richiede il contributo siano funzionali al progetto. Le voci di spesa ammissibili dovranno rientrare nelle seguenti tipologie di acquisto:

  1. apparecchi di proiezione e riproduzione digitale conformi alle specifiche Digital Cinema Initiatives (DCI);
  2. impianti e apparecchiature per la ricezione del segnale digitale via terrestre e/o via satellite;
  3. adeguamento impiantistico dei locali adibiti alla proiezione (max 20% della precedente voce di spesa A).

Le fatture a dimostrazione dell’acquisto dovranno riportare una data successiva al 01/01/2016.

Gli incentivi per la digitalizzazione delle sale cinematografiche

Il contributo in conto capitale riconosciuto dal bando Emilia Romagna per l’innovazione tecnologica è differenziato in base alla tipologia di sede da digitalizzare. Ecco una breve sintesi di come viene calcolato l’importo da erogare ai beneficiari:

  • 50% della spesa ammissibile per le monosale;
  • 40% dei costi finanziabili per i progetti che coinvolgono una o più multisale e una o più monosale;
  • 25% delle spese ritenute ammissibili per i multiplex e/o una o più multisale o monosale.

L’investimento dovrà essere di almeno € 25.000,00, mentre il contributo massimo erogabile potrà essere di € 75.000,00.

La domanda di accesso al contributo

Se sei interessato a partecipare al bando, dovrai presentare la richiesta entro le ore 17 del 16/05/2018, inviandola tramite posta certificata a [email protected] . Per essere sicuro di compilare correttamente la domanda affinché venga ammessa alla fase di valutazione, affidati ai nostri esperti di finanza agevolata.

Hai delle domande o dei dubbi? Scrivi la tua richiesta nei commenti.