Microcredito

Il Microcredito è una forma di finanziamento che viene concessa alle imprese che non sono in grado di ottenere l’accesso al sistema bancario

0
382

Il microcredito è una forma di finanziamento che viene concessa a chi non è in grado di ottenere l’accesso al sistema bancario tradizionale.

Si tratta di misure che vengono messe in atto e regolamentate dal sistema di gestione dei fondi dell’unione Europea, e successivamente regolamentata e gestita in Italia dal ministero dello sviluppo economico e sociale.

Durante gli ultimi anni in Europa c’è stato uno sviluppo che ha portato ad estendere la tematica di inclusione finanziaria e sociale, definendo un ammontare pari a 25.000 euro per lo sviluppo e l’avvio di nuove imprese e di 10.000 euro per le esigenze legate al nucleo familiare e anche a piani di gestione lavorativa.

Tutto ciò è basato su un semplice credo, ovvero la fiducia.

Infatti il microcredito viene concesso proprio a coloro che non hanno nessuna garanzia reale e che non possono in nessun modo ottenere prestiti o finanziamenti presso gli istituti di credito.

Compila il nostro breve questionario cliccando qui e scopri se puoi accedere a Microcredito oppure ad altri bandi.

Leggi anche: Finanziamenti Imprese / Contributi a Fondo Perduto 

Indice

Microcredito: il bando di microfinanza

Normalmente tutte le banche o gli istituti di credito, prima di concedere un prestito ad un privato o ad un’azienda, fanno controlli per confermare la continuità delle entrate, e che quindi possa in qualche modo ricoprire ed essere responsabile verso il debito con l’istituto.

Il concetto sui cui si basa il microcredito, che sta portando ad uno sviluppo incrementale e ad ottimi risultati, è proprio questo: coprire ed aiutare tutte le persone comprese le piccole e medie aziende che non possono permettersi o che non rientrano nei parametri necessari per poter ottenere il credito richiesto.

Questa forma di prestito funziona grazie ad un sistema basato sulla fiducia.
Secondo infatti i regolamenti, si preferisce concedere un finanziamento alle donne, in quanto statisticamente vengono definite come le persone più affidabili. Questo parametro perché, secondo gli studi sul sistema economico, le donne incontrano maggiori difficoltà nell’aprire un’impresa propria.
In secondo luogo, il finanziamento non viene quasi mai rilasciato ad una singola persona, ma ad un gruppo di persone che garantiscano per il richiedente.

In questo modo, si è quasi sicuri al 100% che il debitore non cadrà mai in insolvenza di pagamento, per evitare di creare disguidi con le persone che hanno dato fiducia e garantito per lo stesso.

Fondi regionali: Finanziamenti Regione MoliseFinanziamenti Regione Basilicata

Microcredito: quanto dura un finanziamento?

Se rientri nei soggetti che possono accedere al microcredito, bisogna anche capire quanto può durare il finanziamento.

La durata massima del finanziamento è pari e non può essere superiore a 7 anni.

Come richiedere la garanzia e quali sono le valutazioni necessarie

Se hai intenzione di accedere al microcredito valuta l’opportunità offerta dal M5stelle

La compilazione del modulo online è semplice e veloce e richiede pochi minuti. Prima però è necessario registrarsi alla piattaforma, e una volta eseguita l’iscrizione è possibile inviare la richiesta inserendo esclusivamente: il codice fiscale, la ragione sociale e l’identificativo di posta elettronica.

Ti verrà poi inviata un’email di conferma con all’interno un codice personale.

Per quanto riguarda le valutazioni in stato di emissione della garanzia, il fondo interviene senza alcuna valutazione economica del soggetto beneficiario, che in pratica significa, che puoi fare domanda senza presentare alcun documento contabile come ad esempio il bilancio o un business plan (tranne per la configurazione e l’accertamento dei limiti sul reddito patrimoniale).

I parametri necessari per l’idoneità al finanziamento

Anche se rientri nelle categorie precedentemente descritte (preferibilmente a giovani e a donne, senza naturalmente escludere a priori gli uomini), ci sono dei parametri ben precisi, che servono a selezionare le persone con la giusta idoneità per ricevere il prestito.

La prima clausola che va considerata è un limite imposto dal ministero dello sviluppo economico, che considera come limite massimo di attivo patrimoniale annuale pari o inferiore a 300.000 euro e un reddito lordo inferiore ai 200.000 euro.

Inoltre bisogna essere soggetti titolari di partita iva da meno di cinque anni. Se si tratta di ricevere uno finanziamento per un’impresa (microcredito MISE), non si possono avere più di cinque dipendenti. A quest’ultima norma fanno eccezione tutte quelle imprese classificate come cooperative e Srl semplificate, che possono accedere comunque al microcredito anche avendo un numero pari o inferiore a 10 dipendenti.

Infine, il ministero richiede ai professionisti che fanno domanda per ottenere il microcredito, di essere iscritti agli ordini professionali o all’albo di categoria, e di avere un indebitamento totale inferiore ai 100.000 euro.

I settori di intervento

Non tutte le tipologie di imprese possono fare richiesta per poter accedere al fondo stanziato. Infatti secondo la normativa Europea, confermata e regolamentata dal ministero Italiano, sancisce che, i richiedenti devono per forza rientrata in uno di questi settori:
1. Servizi pubblici e sociali
2. Servizi legati alla sanità
3. Attività legate all’agricoltura, pesca, silvicoltura, caccia, piscicoltura ed altri servizi connessi
4. Servizi legati all’istruzione
5. Imprese edili
6. Aziende legate alla produzione e distribuzione di energia, gas o acqua
7. Servizi alberghieri e di ristorazione
8. Aziende minerarie
9. Attività e aziende legate al mondo manifatturiero
10. Aziende di trasposti e comunicazioni
11. Commercio all’ingrosso o al dettaglio
12. Servizi di riparazione
13. Settore informatico e di ricerca e sviluppo

Una possibilità per le imprese
Grazie a questa forma di finanziamento portata avanti da un progetto Europeo, le piccole e medie imprese già nate o in procinto di essere avviate, possono ricevere questo stanziamento, che può permetterti di realizzare o comunque di aiutarti nella fase di sviluppo.

Le finalità per cui viene concesso il microcredito sono:

-pagamento per corsi di formazione in modo da elevare le capacità tecniche e gestionali, non solo dell’imprenditore in sé, ma anche dei suoi dipendenti. Infatti nelle cooperative c’è la possibilità di estendere il corso a tutti i soci.
– Acquisto di materie prime utili alla produzione e allo sviluppo di beni e servizi, oppure relativo all’acquisto di macchinari e strumenti.
– Il pagamento di polizze assicurative, licenze o altre forme di autorizzazioni necessarie per poter avviare l’impresa.
– Il pagamento e/o l’assunzione di nuovo personale.

Ciò che ti consiglio infine, è di trovare una banca che possa finanziare la tua impresa prima ancora di mandare la richiesta al fondo di garanzia, in quanto la domanda cade dopo 5 giorni, se non si ha a disposizione immediatamente la certificazione necessaria.

Vuoi dei chiarimenti?
Inserisci la tua richiesta nei commenti!

RISPONDI

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome