Made in Italy Circolare e Sostenibile: finanziamento a fondo perduto

da | 1 Feb 2024 | News | 0 commenti |

Con una dotazione finanziaria di ben 15 milioni di euro, il bando Made in Italy Circolare e Sostenibile eroga contributi a fondo perduto per sostenere i progetti di ricerca industriale e ricerca fondamentale. L’idea è quella di sostenere le realtà che vogliono investire nell’innovazione di prodotti, servizi e/o processi. Si tratta di un bando nazionale molto interessante, fortemente voluto dal Ministero dell’Università e della Ricerca.

Made in Italy Circolare e Sostenibile: soggetti beneficiari

Possono partecipare al bando Made in Italy Circolare e Sostenibile tutte le micro, piccole, medie e grandi imprese italiane, a patto che siano esterne al partenariato Made in Italy Circolare e Sostenibile. Ciascuna azienda può concorrere singolarmente o in rete con altre imprese o con organismi di ricerca.

Made in Italy Circolare e Sostenibile: settori chiave

Per il bando Made in Italy Circolare e Sostenibile vengono anche individuati dei settori chiave, raggruppati in tre macrocategorie:

  • Abbigliamento: calzature, moda, pelle, tessile, occhiali e accessoristica;
  • Arredamento: arredo indoor e outdoor, yacht design;
  • Automazione: meccatronica e tecnologie meccaniche.

Made in Italy Circolare e Sostenibile: interventi ammissibili

Se ti stai chiedendo cosa puoi finanziare con il bando Made in Italy Circolare e Sostenibile, devi tenere a mente che l’agevolazione viene concessa su progetti di ricerca industriale e fondamentale. Questi possono contenere al loro interno le seguenti voci di spesa:

  • Materiali, attrezzature e macchinari;
  • Spese relative al personale;
  • Servizi di consulenza;
  • Costi indiretti e altre spese.

Vediamo ora che obiettivi devono perseguire i progetti di ricerca presentati al bando Made in Italy Circolare e Sostenibile:

  • Sviluppo di soluzioni volte a integrare la circolarità nell’intero ciclo di vita di prodotti;
  • Sviluppo e sperimentazione di strategie di eco-design finalizzare a supportare le fasi di progettazione;
  • Creazione di prodotti e materiali che riutilizzino rifiuti, residui industriali e minerali non critici;
  • Sviluppo di nuove tecnologie e prodotti green;
  • Implementazione di procedure per le fabbriche a rifiuti zero.

Insomma, anche per il bando Made in Italy Circolare e Sostenibile, come accade per molti finanziamenti a fondo perduto, le parole d’ordine sono innovazione, digitalizzazione e sostenibilità.

Made in Italy Circolare e Sostenibile: Entità e forma dell’agevolazione

Il bando Made in Italy Circolare e Sostenibile prevede l’erogazione di un contributo a fondo perduto per coprire progetti con valori compresi tra 150 mila euro e 1 milione di euro. Il finanziamento andrà a coprire le spese sostenute dall’azienda in percentuali diverse a seconda dell’attività che si va a svolgere e dalle dimensioni dell’impresa.

Nel bando Made in Italy Circolare e Sostenibile, infatti, sono le piccole imprese ad essere avvantaggiate. Basti pensare che per i progetti di ricerca industriale le piccole imprese ricevono un finanziamento a fondo perduto a copertura del 70% dei costi, le medie imprese un contributo pari al 60% dei costi, mentre le medie imprese possono avere fonti solo per il 50% delle spese sostenute.

Made in Italy Circolare e Sostenibile: scadenza del bando

Il bando Made in Italy Circolare e Sostenibile scade alle ore 12:00 del 21 febbraio 2024. Entro quella data sarà necessario presentare la domanda per poter partecipare. Vale la pena ricordare che il bando Made in Italy Circolare e Sostenibile presenta molteplici elementi di complessità, pertanto è opportuno farsi aiutare da un esperto in fase di presentazione della domanda.

Dai un voto a questo articolo:
[Totale: 0 Media: 0]

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Prenota una consulenzaClicca qui
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.