Il crowdfunding è la raccolta fondi online realizzato attraverso piattaforme dedicate che finanzia progetti, start up, piccole e medie imprese. È un sistema economico che parte dal basso, ovvero dal popolo di internet che da ogni parte del mondo può sostenere una business idea che ritiene innovativa e utile alla società.

Imprenditori e professionisti possono reperire fondi per il loro progetto attraverso il finanziamento collettivo, alternativo a quelli più tradizionali offerti da banche e istituti di credito.

È tempo di prendere il tuo progetto e di farne un’impresa. Scopri come fare!

Crowdfunding, la campagna di raccolta fondi per business di valore

Con questa guida ottieni tutte le informazioni su come funziona il finanziamento collettivo, i modelli più diffusi e le piattaforme da utilizzare per proporre la tua idea a milioni di persone che navigano in rete.

Cosa è il finanziamento collettivo

«Il crowdfunding (dall’inglese crowd, folla e funding, finanziamento) o finanziamento collettivo in italiano, è un processo collaborativo di un gruppo di persone che utilizza il proprio denaro in comune per sostenere gli sforzi di persone e organizzazioni. È una pratica di microfinanziamento dal basso che mobilita persone e risorse» Wikipedia (2016)

Questa definizione descrive appieno in cosa consiste questa forma alternativa di finanziamento che si avvale del web e dei social media per mettere in contatto, chi ricerca fondi per realizzare il proprio progetto e le persone che hanno il capitale e decidono di aiutare a realizzarlo.

Traditional funding vs crowdfunding: l’esempio delle start up innovative

Il crowdfunding è lo strumento ideale per chi non ha una base finanziaria da cui partire. Infatti, il sistema economico tradizionale prevede che quando si richiede un prestito bancario o un finanziamento ad un istituto di credito, si debbano fornire delle garanzie che dimostrino l’affidabilità del richiedente. E se le garanzie non ci sono? La domanda viene respinta e il progetto si ferma.

Ecco allora che il finanziamento collettivo si rivela come l’opportunità per creare e sviluppare la propria idea. Per esempio, è la soluzione ideale per gli startupper.

Il crowdfunding è un’alternativa ai finanziamenti per le start up ed è regolamentato dal legislatore con la Legge 7 dicembre 2012, n. 221 con l’obiettivo di favorire la crescita economica del Paese.

Se stai creando un’impresa innovativa, valuta la migliore opportunità per il tuo business. Chiedi ora al nostro esperto.

Modelli utili per business e start up

Ecco 3 tipologie di crowdfunding per imprese che hanno progetti da finanziare.

  1. Modello rewards con ricompensa. Il donatore stabilisce il premio che richiede all’investitore; può essere simbolico o commisurato al contributo dato. Per esempio, quando finanzia un certo prodotto, si può chiedere di averlo prima della diffusione sul mercato.
  2. Modello Equity Based per la creazione di start up innovative e altre società. Con questa forma di finanziamento, l’investitore ottiene la partecipazione al capitale di rischio, acquistando azioni e quote.
  3. Modello social lending è l’alternativa al sistema bancario. Si tratta di un prestito tra privati che permette di ovviare a tutte le garanzie richieste dalla banca. Questo modello consente di raccogliere denaro attraverso una piattaforma digitale che poi erogherà i fondi sotto forma di prestito. La procedura è regolamentata dalla normativa sul credito e vigilata dalla Banca d’Italia. In pratica, la piattaforma gestisce le richieste di finanziamento, ricercando soggetti disponibili a partecipare all’erogazione di questo, a favore del richiedente e in cambio ricevono una remunerazione del capitale sotto forma di interessi.

Consigli pratici per trovare fondi per la tua impresa o start up

Il crowdfunding ha l’obiettivo di attirare l’attenzione del popolo del web su un progetto di business innovativo o su un’idea che ha tutte le potenzialità per fare la differenza. Come entrano in contatto le persone che sono alla ricerca di fondi e gli investitori privati che credono nel progetto? La risposta è internet stesso, la logica della rete e la condivisione mediante piattaforme ad hoc.

Suggerimenti utili per il finanziamento su misura

Prima di avventurarti nel crowdfunding e accedere ai portali online dove potrai inserire la tua idea, ti consigliamo di considerare l’insieme di tutti i fattori alla base del tuo successo. Avere un chiaro piano d’impresa, o business plan, è fondamentale sia se decidi di affidarti al finanziamento collettivo, sia nel caso in cui tu decida di approfittare delle opportunità della finanza agevolata, offerte dai bandi nazionali, regionali ed europei.

Scegliendo il crowdfunding devi prima di tutto quantificare il denaro e il tempo che ti serve per realizzare il tuo progetto imprenditoriale. Non solo, per ottenere il risultato devi riuscire a trasmettere fiducia e credibilità a persone che non ti conoscono.

Invece, se preferisci il sistema più tradizionale, puoi avvalerti di un team esperto di finanziamenti agevolati e finanziamenti a fondo perduto per imprese e start up. Contattaci ora, insieme troveremo la soluzione giusta per il tuo business.

Le piattaforme

I portali per la raccolta fondi online sono sempre di più e sempre meglio organizzati. In Italia sono oltre 70, ce ne sono di generaliste, ovvero piattaforme dette orizzontali che finanziano progetti di differente tipologia ed altre verticali, specializzate in specifici settori o tipologia di prodotto.

Ecco 3 dei portali più conosciuti per ottenere i fondi e realizzare il tuo progetto:

  1. StarsUp, la piattaforma autorizzata dalla Consob in Italia per campagne di raccolta fondi da parte di start up e PMI. Come funziona? Pubblichi il progetto e fai partire la raccolta di capitale che ti occorre per realizzarlo. L’operazione si conclude al raggiungimento dell’obiettivo, ovvero quando l’ammontare raccolto e pari a quello richiesto per finanziare la tua business idea.
  2. Eppela, il portale italiano di crowdfunding basato sul modello reward based. Questa piattaforma permette di promuovere il tuo progetto per un periodo variabile, tra i 15 e i 40 giorni. Come progettista potrai scegliere tra diverse opportunità: realizzare il tuo sogno al raggiungimento della somma richiesta o, accumulando almeno il 50% del finanziamento previsto, ricevere l’aiuto di grandi aziende che co-finanziano la parte restante.
  3. Produzioni dal basso, aperta, gratuita e senza intermediari. È una piattaforma di crowdfunding reward e donation (donazioni libere e senza ricompensa). Tu carichi la tua business idea o il tuo progetto sociale o culturale e il popolo del web potrà contribuire versando una quota con bonifico, carte di credito, prepagate e PayPal.

Tutte le piattaforme trattengono una percentuale del 5% della somma raccolta e solo in caso di successo della campagna.

Crowdfunding, il trampolino di lancio del tuo successo

I progetti lasciati nel cassetto non hanno alcuna possibilità di crescere. Per fare la differenza devi metterti in gioco e cogliere le opportunità giuste al momento giusto. Quel momento è ora, contattaci!