Crowdfunding nel 2023: tutto quello che devi sapere

da | 8 Gen 2023 | Approfondimenti | 0 commenti |

Quando vuoi avviare un nuovo progetto, può essere difficile trovare il denaro necessario.

Puoi chiedere un prestito a una banca o rivolgerti a degli investitori, ma esiste anche un’altra opzione: il crowdfunding.

Con il crowdfunding, ottieni denaro da un gruppo di persone che investono tutte nella tua idea. Questo può anche aiutarti a testare la popolarità della tua idea prima di iniziare a realizzarla.

Crowdfunding: cos’è

Il crowdfunding è un modo alternativo per ottenere fondi per un progetto, chiedendo piccole somme di denaro a più persone.

Viene utilizzato da persone con nuove idee, spesso buone idee, ma che potrebbero avere difficoltà a ottenere denaro dalle banche o dagli investitori.

Con il crowdfunding, invece, si chiede a molte persone una piccola somma di denaro invece che a una sola persona una grande somma di denaro.

Crowdfunding: come funziona

Quando hai un’idea per un progetto ma non hai i soldi per realizzarlo, puoi chiedere soldi ad altre persone. Pubblichi la tua idea su dei siti web specifici, dove le persone possono valutare la tua idea e darti dei soldi. In cambio ricevono qualcosa, ad esempio un bonus.

I “finanziatori”, come spesso vengono chiamati, possono ricevere una serie di cose in cambio del loro sostegno. Ad esempio:

  • la possibilità di essere tra i primi a utilizzare un prodotto innovativo;
  • quote societarie nella fase iniziale o finale di un’azienda ad alto potenziale (equity crowdfunding).
  • premi speciali, come uno sconto anticipato o un prodotto gratuito al momento del lancio;
  • la possibilità di ordinare un prodotto e di avere voce in capitolo nel suo sviluppo;
  • accesso al team fondatore con la possibilità di aiutare altre persone;

Se alle persone piace il tuo progetto, ti daranno dei soldi per aiutarti a realizzarlo.

Se non raggiungi la somma di denaro necessaria, tutte le persone riceveranno indietro i loro soldi. Esistono diversi siti web in cui è possibile farlo. Tutti hanno regole e costi diversi. Ma l’idea è sempre la stessa: tu comunichi alle persone il tuo progetto e la somma di cui hai bisogno per realizzarlo. Poi le persone possono decidere se ti vogliono supportare donandoti del denaro.

Crowdfunding: Pro e Contro

Il primo aspetto positivo del crowdfunding è che è economico.

Non è necessario essere una grande azienda per avviare un crowdfunding e non ci sono molte regole. Questo significa che chiunque può farlo. Ma questo significa anche che ci sono molte persone che cercano di farlo, quindi può essere difficile distinguersi e ottenere i finanziamenti per il tuo progetto.

Alcuni progetti diventano famosi perché le persone ne parlano molto.

Un esempio è il progetto Gentle Shire, in cui si cerca di ricreare la Terra di Mezzo in Abruzzo. Questo progetto è nato su Indiegogo e ha attirato l’attenzione di persone di tutto il mondo, persino di alcuni attori del Signore degli Anelli.

Crowdfunding: i 4 tipi principali

Quando parliamo di crowdfunding, ne esistono diversi tipi.

Ogni tipo ha caratteristiche, vantaggi e ricompense diverse.

I tipi di crowdfunding più popolari in Italia sono:

  • Donation crowdfunding
  • Equity crowdfunding
  • Lending crowdfunding
  • Reward crowdfunding

Donation crowdfunding

Con questo tipo di crowdfunding, le persone possono sostenere una causa o un progetto senza ricevere nulla in cambio. Viene utilizzato soprattutto per finanziare imprese sociali o sostenere progetti di natura caritatevole o umanitaria.

Equity crowdfunding

Questo tipo di crowdfunding è utilizzato soprattutto dalle piccole e medie imprese e dalle start up che hanno idee innovative. Con questo tipo di crowdfunding, le persone che donano denaro al progetto otterranno azioni dell’azienda o una percentuale dei profitti invece di ricevere indietro i loro soldi. Ciò significa che le persone che sostengono il progetto diventano soci dell’azienda.

Lending crowdfunding

Il prestito P2P (Peer to peer) consiste nel prestare denaro ad altre persone attraverso una piattaforma di intermediazione. La persona che effettua il prestito riceverà in seguito la somma più gli interessi, il che rappresenta appunto il vantaggio del crowdfunding.

Reward crowdfunding

Questo tipo di crowdfunding viene utilizzato per sostenere progetti artistici o culturali. I sostenitori ottengono ricompense come la possibilità di vedere contenuti esclusivi o di ottenere vantaggi speciali. La ricompensa più comune è ricevere il prodotto che si è contribuito a finanziare.

Crowdfunding: le migliori piattaforme online

Ora che sappiamo cos’è il crowdfunding e quali sono le sue tipologie, scopriamo le principali piattaforme di crowdfunding in Italia e in altri Paesi:

  • Crowdfundme
  • Mamacrowd
  • Opstart
  • 200Crowd
  • WeAreStarting
  • Kickstarter
  • Indiegogo
  • Eppela
  • Ulule

Crowdfunding, il trampolino di lancio del successo della tua start up

I progetti lasciati nel cassetto non hanno alcuna possibilità di crescere. Per fare la differenza devi metterti in gioco e cogliere le opportunità giuste al momento giusto. Quel momento è ora, contattaci!

Dai un voto a questo articolo:
[Totale: 2 Media: 4.5]

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *