Green Transition Fund: finanziamento agevolato per start-up e PMI

da | 21 Nov 2023 | News | 0 commenti |

Sono sempre più numerosi gli investimenti ESG, quelli cioè che puntano a finanziare la sostenibilità ambientale, sociale e gestionale delle imprese. In questo scenario si iscrive il Green Transition Fund (GTF): un fondo da 250 milioni di euro per gli investimenti in green economy, transizione ed efficienza energetica, riduzione dei consumi. Parliamo di un fondo ministeriale (gestito da CDP Venture Capital Sgr) pensato dell’ambito degli interventi PNRR (Supporto di startup e venture capital attivi nella transizione ecologica) che ha l’obiettivo di dar vita a investimenti diretti e indiretti (finanziamenti agevolati) per PMI e start-up innovative che operano nella transizione ecologica. Una misura certamente complessa, che può però rappresentare una grande opportunità.

Green Transition Fund: beneficiari

Come abbiamo detto, il Green Transition Fund è rivolto a start-up, spin-off e piccole e medie imprese che si caratterizzino per progetti di sviluppo innovativi nelle filiere dell’economia circolare e nella green economy. L’idea è quella di finanziare 25 imprese target cui si riconosce un valore strategico per la crescita dell’economia nazionale.

Naturalmente sono esclusi tutti i progetti di sviluppo nelle filiere degli idrocarburi e dell’estrazione. Numerosi, al contrario, i settori interessati dalla misura. Parliamo di un ampio ventaglio di comparti che spaziano dall’agricoltura all’industria, passando per il turismo, l’artigianato, i servizi e il commercio.

Il discrimine per accedere al Green Transition Fund, infatti, non è il settore in cui si opera, quanto piuttosto la tipologia di investimento che si intende realizzare.

Green Transition Fund: interventi finanziabili

Ma quindi quali interventi bisogna proporre per ottenere il finanziamento? Il Green Transition Fund è stato pensato per finanziare grandi progetti di sviluppo che riguardino principalmente la produzione energetica da fonti rinnovabili, l’efficientamento energetico, la mobilità sostenibile e, più in generale, la decarbonizzazione.

Interessante, soprattutto per il comparto produttivo e artigianale, anche la possibilità di richiedere finanziamenti per investimenti nell’economia circolare (riduzione e riuso di rifiuti e scarti di lavorazione, per esempio).

Le agevolazioni del Green Transition Fund

Ma quanto è possibile ottenere con il Green Transition Fund? Il fondo, l’abbiamo già detto, ha una dotazione di 250 milioni di euro, di questi il 40% (parliamo di ben 100 milioni) sarà destinato a finanziare i progetti di investimento realizzati nelle regioni del Sud Italia e nelle isole.

Più nel dettaglio, ci stiamo riferendo a Campania, Puglia, Calabria, Basilicata, Molise, Abruzzo, Sicilia e Sardegna.

Ad ogni modo, per ogni progetto deve essere previsto un investimento diretto da parte del Green Transition Fund per un importo compreso tra 1 e 15 milioni di euro.

Dai un voto a questo articolo:
[Totale: 1 Media: 5]

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Prenota una consulenzaClicca qui
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.