Fondo per il sostegno alla transizione industriale

da | 15 Nov 2023 | News | 0 commenti |

Se stai cercando tra i finanziamenti a fondo perduto quello più giusto per la tua azienda, allora devi proprio dare un’occhiata al Fondo per il sostegno alla transizione industriale: il contributo a fondo perduto pensato per sostenere le imprese italiane nella transizione green voluta dall’Unione Europea. Il Fondo andrà a finanziare i progetti che riceveranno le migliori valutazioni tra quelli presentati entro il 12/12/2023.

Per gli interventi di efficientamento energetico, per esempio, il Fondo per il sostegno alla transizione industriale prevede agevolazioni pari al 30% degli investimenti, percentuale che sale a quota 45% per gli investimenti negli impianti per l’autoproduzione di energia green.

 A chi si rivolge il Fondo transizione industriale

Prima di entrare nel dettaglio, diamo una risposta alla domanda che certamente ti starai ponendo: la mia azienda può accedere a questo finanziamento?

A ben vedere, la platea a cui si rivolge il Fondo per il sostegno alla transizione industriale è molto ampia. Nel dettaglio, il contributo può essere richiesto da tutte quelle imprese (grandi, medie o piccole che siano) che alla presentazione della domanda rispettino le seguenti caratteristiche:

  • Operare sul territorio italiano;
  • Essere iscritte al registro delle imprese;
  • Avere il proprio core business nel manifatturiero/estrattivo (sezioni B e C della classificazione ATECO);
  • Essere in regola con gli obblighi fiscali e contributivi;
  • Non essere in liquidazione;
  • Non aver ricevuto finanziamenti poi revocati o non rimborsati.

Che interventi posso finanziare?

Il Fondo per il sostegno alla transizione industriale finanzia le imprese che intendono rendere più sostenibili i processi produttivi. Una mission che non deve stupire più di tanto: tutti i principali strumenti di pianificazione e finanziamento dell’economia (pubblici e privati) mettono oggi al centro la sostenibilità ambientale e la decarbonizzazione.

Per essere finanziabile, ogni progetto deve prevedere spese comprese tra i 3 e i 20 milioni di euro. Il tempo concesso per la realizzazione delle opere finanziate, invece, è pari a 36 mesi (cui si potrebbe sommare una eventuale proroga di massimo 12 mesi).

Ma andiamo a vedere più nel dettaglio quali sono i principali interventi finanziabili attraverso il Fondo per il sostegno alla transizione industriale:

  • Installazione di impianti per l’autoproduzione di energia pulita (fotovoltaico, eolico ecc…);
  • Acquisto di macchinari per il riuso e/o riciclo delle risorse impiegate nel processo produttivo (scarti di lavorazione, materie prime inutilizzate, rifiuti);
  • Interventi di efficientamento energetico volto alla riduzione dei consumi;
  • Spese per la formazione del personale e per la digitalizzazione dei processi aziendali.

Fondo per il sostegno alla transizione industriale: quanto si può ottenere?

Ecco un’altra domanda che certamente ti starai ponendo: quanto posso ottenere dal Fondo per il sostegno alla transizione industriale?

Ovviamente non è semplice dare una risposta, il bando prevede infatti la valutazione di ogni singolo progetto presentato e consente di prevedere, in ciascuna progettualità, più linee di intervento (che potrebbero essere finanziate in modo differente).

Insomma, il finanziamento che otterrai dipenderà principalmente dal progetto che andrai a presentare. Andiamo però a vedere le principali agevolazioni a fondo perduto previste dal Fondo:

  • 30% delle spese previste per interventi di efficientamento energetico (con maggiorazioni del 20% per le piccole imprese e del 10% per le medie imprese);
  • 45% dei costi previsti per l’installazione di impianti per l’autoproduzione energetica (ovviamente da fonti rinnovabili). Anche in questo caso ci sono maggiorazioni per le piccole e medie imprese (ancora 20% e 10%);
  • 40% delle spese previste per investimenti nel processo produttivo che consentano di ottimizzare l’utilizzo delle risorse e delle materie prime. Le ulteriori agevolazioni per le piccole e medie imprese restano invariate anche in questo caso.

Fondo transizione industriale: come presentare la domanda

In conclusione, non resta che capire come presentare la domanda per accedere al Fondo per il sostegno alla transizione industriale.

La domanda va presentata online nella sezione dedicata sul sito internet Invitalia, dalle 12:00 del 10/10/2023 fino alle 12:00 del 12/12/2023.

Ciascuna impresa potrà presentare un solo progetto per unità produttiva, ma potrà prevedere più linee di intervento all’interno della singola progettualità.

Dai un voto a questo articolo:
[Totale: 0 Media: 0]

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Prenota una consulenzaClicca qui
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.