Pubblicato l’avviso attraverso il quale la Regione Lazio mette a disposizione 540.000 euro per sostenere la nascita e lo sviluppo di imprese del settore audiovisivo, con tecnologie applicate ai beni culturali, arti e mestieri, design, architettura, musica, video giochi e software.

L’avviso della Regione Lazio (Lazio Innova) è consultabile al seguente indirizzo https://www.lazioinnova.it/bandi/startup-culturali-e-creative-2022/

In particolare, il bando prevede un finanziamento a fondo perduto pari all’80% dei costi preventivati e sostenuti dall’azienda, fino a 30.000 euro per progetto, e sarà utilizzato per cofinanziare i costi di start up e pagare le spese di avviamento.

Termini e modalità di presentazione della domanda a Lazio Innova

Possono presentare istanza di ammissione al contributo a fondo perduto le micro, piccole e medie imprese (inclusi i liberi professionisti) che siano costituite da non più di 24 mesi al momento della presentazione della domanda di partecipazione al bando e che abbiano o intendano aprire una sede operativa nella Regione Lazio

Chi può presentare la domanda

Possono accedere al bando di Lazio Innova sia le persone fisiche che le aziende costituite da non più di 24 mesi al momento della presentazione  delle domande che possono essere presentate attraverso la nuova piattaforma GeCoWEB Plus dalle ore 12:00 del 6 ottobre 2022 alle ore 18:00 del 27 ottobre 2022.

I costi ammessi al finanziamento

Sono ammesse al finanziamento a fondo perduto le spese di investimento materiali e immateriali e di esercizio non inferiori a 20.000 euro, quali lavori di ristrutturazione strutturale dei locali adibiti all’esercizio della sede operativa principale, impianti e macchinari e beni strumentali (compresi hardware e software per attività commerciali); investimenti immateriali, quali come brevetti industriali, franchising, licenze o investimenti di sviluppo, come i costi per la creazione di prototipi, test finali e validazioni.

Inoltre, le spese amministrative, promozionali e pubblicitarie sono consentite fino al 20% delle altre spese ammissibili.

Come e quando presentare la domanda di ammissione al bando di Lazio Innova

Le domande di sovvenzione per l’accesso ai contributi a fondo perduto devono passare attraverso due fasi di valutazione, nella prima fase di valutazione, il comitato di valutazione individuerà le proposte progettuali idonee a proseguire il processo di valutazione, o quelle che hanno raggiunto il punteggio minimo richiesto.

I soggetti persone giuridiche o persone fisiche che entrano nella fase di valutazione successiva alla presentazione della domanda dovranno sostenere un colloquio con la commissione valutatrice, che include una valutazione delle qualifiche professionali e dei progetti e delle competenze specifiche possedute dall’imprenditore o dall’aspirante imprenditore.

Sulla base dei punteggi assegnati ai criteri di valutazione e dei risultati positivi del colloquio, la commissione redigerà una graduatoria finale.

Dai un voto a questo articolo:
[Totale: 1 Media: 5]

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.