Cosa prevede Resto al Sud

da | 15 Feb 2023 | Articoli SEO | 0 commenti

L’obiettivo principale del bando Resto al Sud è quello di promuovere lo sviluppo economico delle regioni del Mezzogiorno attraverso la creazione di nuove opportunità di lavoro e la crescita del tessuto imprenditoriale. Il bando vuole anche incoraggiare i giovani talenti a rimanere nelle loro regioni d’origine e a investire nella loro attività locale, contribuendo così alla crescita economica del territorio.

Scopri come ricevere i contributi a fondo perduto del bando Resto al Sud

Requisiti per partecipare al bando Resto al Sud

Per partecipare al bando Resto al Sud, è necessario soddisfare i seguenti requisiti:

  • Avere un’età compresa tra i 18 e i 56 anni non compiuti
  • Essere residenti in una delle regioni del Mezzogiorno (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia)
  • Avere un’idea imprenditoriale innovativa che riguardi i settori dell’innovazione, della cultura o del turismo
  • Essere in possesso di un titolo di studio universitario o di una formazione professionale di livello equivalente
  • Non essere titolari di un’impresa attiva da più di 2 anni

Benefici del bando Resto al Sud

Il bando Resto al Sud offre ai vincitori una serie di benefici fiscali e agevolazioni finanziarie, tra cui:

  • Finanziamenti a tasso agevolato per l’avvio dell’impresa
  • Contributi a fondo perduto per coprire le spese di avviamento dell’attività
  • Esenzione dal pagamento dei contributi previdenziali per i dipendenti
  • Sconti sull’acquisto di beni e servizi per lo sviluppo dell’impresa

Come presentare la domanda per il bando Resto al Sud

Per partecipare al bando Resto al Sud, è necessario presentare la domanda di finanziamento attraverso il sito web ufficiale del Ministero dello Sviluppo Economico. La domanda deve essere corredata da un business plan che descriva dettagliatamente l’idea imprenditoriale, i mercati di riferimento e le prospettive di crescita. Inoltre, è necessario fornire informazioni sulla composizione del team imprenditoriale e sulla propria formazione e esperienza professionale.

Criteri di valutazione delle domande

Le domande presentate per il bando Resto al Sud verranno valutate da una commissione di esperti in base ai seguenti criteri:

  • Innovatività e potenziale di crescita dell’idea imprenditoriale
  • Competenza del team imprenditoriale e formazione professionale
  • Fattibilità e solidità del business plan
  • Impatto sociale e ambientale dell’impresa

FAQs

  1. Chi può partecipare al bando Resto al Sud?
    Il bando è destinato a persone fisiche under 56 residenti in una delle regioni del Mezzogiorno che desiderano avviare una start-up o un’impresa nei settori dell’innovazione, della cultura e del turismo.
  2. Quali sono i requisiti per partecipare al bando Resto al Sud?
    Per partecipare al bando è necessario avere un’età compresa tra i 18 e i 56 anni non compiuti, essere residenti in una delle regioni del Mezzogiorno, avere un’idea imprenditoriale innovativa, essere in possesso di un titolo di studio universitario o di una formazione professionale di livello equivalente e non essere titolari di un’impresa attiva da più di 2 anni.
  3. Quali sono i benefici fiscali e le agevolazioni finanziarie previsti dal bando Resto al Sud?
    Il bando prevede finanziamenti a tasso agevolato per l’avvio dell’impresa, contributi a fondo perduto per coprire le spese di avviamento, esenzione dal pagamento dei contributi previdenziali per i dipendenti e sconti sull’acquisto di beni e servizi per lo sviluppo dell’impresa.
  4. Come si presenta la domanda per il bando Resto al Sud?
    La domanda deve essere presentata attraverso il sito web ufficiale del Ministero dello Sviluppo Economico e deve essere corredata da un business plan che descriva dettagliatamente l’idea imprenditoriale, i mercati di riferimento e le prospettive di crescita. Inoltre, è necessario fornire informazioni sulla composizione del team imprenditoriale e sulla propria formazione e esperienza professionale.
  5. Quali sono i criteri di valutazione delle domande per il bando Resto al Sud?
    Le domande verranno valutate da una commissione di esperti in base ai criteri di innovatività e potenziale di crescita dell’idea imprenditoriale, competenza del team imprenditoriale e formazione professionale, fattibilità e solidità del business plan e impatto sociale e ambientale dell’impresa.
Dai un voto a questo articolo:
[Totale: 0 Media: 0]

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Prenota una consulenzaClicca qui
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.