ARTES 4.0: fondo perduto per ricerca industriale e sviluppo

da | 23 Nov 2023 | News | 0 commenti |

Se stessi valutando investimenti in Ricerca e Sviluppo per la tua azienda, questo contributo potrebbe fare al caso tuo. Il nuovo bando di ARTES 4.0, infatti, concede finanziamenti a fondo perduto alle imprese che presentino progetti di R&S entro il 1° marzo 2024.

Ogni progetto, che sarà valutato ed eventualmente approvato dal competence center, potrà ricevere da un minimo di 140.000 a un massimo di 400.000 euro. Andiamo ora a vedere più nel dettaglio quali sono i beneficiari, le azioni finanziabili, i costi ammissibili e le scadenze.

Bando ARTES 4.0: i beneficiari

Forse ti starai chiedendo se la tua azienda può beneficiare di queste agevolazioni. Il bando di ARTES 4.0 per ricerca industriale e sviluppo sperimentale è aperto a tutte le imprese, a prescindere dalla grandezza: dalle start-up alle grandi imprese, passando naturalmente per le PMI.

Essendo prevalentemente incentrato su R&S, il bando di ARTES 4.0 prevede che le università e i centri di ricerca possano essere partner (o, meglio, fornitori) delle imprese che presentano le proposte.

Progetti ammissibili a finanziamento

Il bando di ARTES 4.0 è aperto a progetti di investimento che abbiano come finalità la ricerca industriale e lo sviluppo sperimentale. L’obiettivo dovrà comunque essere l’uso di tecnologie innovative per l’ottimizzazione di processi e prodotti.

Bando ARTES 4.0: quali sono i costi ammissibili?

Ma per quali voci di spesa è possibile chiedere il finanziamento a fondo perduto? I costi ammissibili nel nuovo bando ARTES 4.0 sono i seguenti:

  • Strumentazioni e macchinari;
  • Personale;
  • Brevetti;
  • Consulenze specialistiche;
  • Locazione di immobili;
  • Materiali e forniture.

Bando ARTES 4.0: le agevolazioni

Il nuovo bando di ARTES 4.0 per ricerca industriale e sviluppo sperimentale, l’abbiamo già detto, prevede che siano finanziati (a fondo perduto) progetti innovativi nell’ambito dell’R&S. Ma qual è l’entità delle agevolazioni concesse?

Le imprese devono naturalmente presentare un progetto di sviluppo e chiedere le agevolazioni per parte dei costi sostenuti. Queste, per le azioni legare a ricerca industriale e studi di fattibilità, non possono superare il 50% delle spese totali per le grandi imprese, il 60% per le medie imprese e il 70% dei costi previsti da progetto per le piccole imprese. Per le azioni di sviluppo sperimentale, invece, le percentuali scendono a 25% per le grandi aziende, 35% per le medie e 45% per le piccole imprese.

Bando ARTES 4.0: quanto si può ottenere

A questo punto è inevitabile porsi una domanda: quanto è possibile ottenere partecipando al bando ARTES 4.0 per ricerca e sviluppo? Le spese ammissibili (quelle per le quali è possibile ottenere il finanziamento a fondo perduto) devono necessariamente essere comprese tra un minimo di 140.000 euro e un massimo di 400.000 euro per ciascun progetto presentato.

Scadenza bando ARTES 4.0: i tempi

Il bando del Competence Center ARTES 4.0 per progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale è tutt’ora aperto. È possibile presentare domande entro e non oltre la data del 1° marzo 2024. C’è ancora un po’ di tempo, quindi, per inviare il proprio progetto e chiedere il finanziamento a fondo perduto.

Dai un voto a questo articolo:
[Totale: 0 Media: 0]

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Prenota una consulenzaClicca qui
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.