Walliance: dal virtuale al mattone con 500 euro

Walliance è la prima piattaforma italiana autorizzata dalla Consob a raccogliere capitale di rischio da reinvestire in progetti immobiliari.

0
128

Walliance è la prima piattaforma italiana autorizzata dalla Consob a raccogliere capitale di rischio da reinvestire in progetti immobiliari. Al contrario dell’equity crowdfunding tradizionale, utilizzato solitamente per far partire startup e PMI ad alto contenuto tecnologico, Walliance reinveste i capitali raccolti online nel mattone: un mercato reale, un patrimonio tangibile.

A dire di Giuseppe Vegas, ex presidente della Consob, tra pochi anni il sistema bancario tradizionale verrà superato dalle nuove modalità di investimento. In questo quadro, Walliance si propone come antesignana del cambiamento, di un primo passo sulla strada della fintech, la finanza 2.0 che consente un controllo diretto dal pc e su piattaforme accessibili a tutti, per evitare brutte sorprese.

Walliance: cosa è

Nata a marzo, Walliance è stata ideata dai fratelli Giacomo e Gianluca Bertoldi ed è partecipata da Marco Mongera, ex dirigente di banca.
Con la sua piattaforma vuole rendere accessibile l’investimento in un settore immobiliare di prestigio, il Real Estate, grazie all’equity crowdfunding e con una soglia di partenza davvero accessibile a tutti: 500 euro.

Walliance carica sulla sua piattaforma il progetto immobiliare proposto, che sarà lì disponibile in forma leggibile e trasparente. In questo modo il potenziale investitore si documenta rapidamente sull’operazione e sceglie se fare l’investimento.

Ciascuna raccolta fondi, poi, viene perfezionata solo se sottoscritta da investitori qualificati per un minimo del 5 per cento del totale raccolto.

I vantaggi per promotori e investitori

I vantaggi per i promotori sono molti: accesso rapido al credito, tassi di interessi equi, rapida attività di fundraising, ottima visibilità del progetto.

I vantaggi per gli investitori sono: la possibilità di decidere in anticipo il ritorno economico preferito; l’opportunità di diversificare i propri investimenti per ridurre ulteriormente i margini di rischio; la possibilità di usare non solo bonifici bancari ma la carta di credito e ogni pari strumento rapido per fare il suo investimento.

CONDIVIDI

RISPONDI

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome