Con il programma SME Instrument 2019 di Horizon 2020, le Start Up e le PMI innovative hanno la grande opportunità di sviluppare il proprio business con i finanziamenti della Comunità Europea. È uno strumento che sostiene le attività di ricerca e innovazione delle imprese nel corso della loro crescita.

Il bando promosso dall’Unione Europea ha  l’obiettivo di trasformare idee con un forte potenziale di crescita, in progetti concreti e con forte impatto sui mercati internazionali.

In questo articolo trovi tutte le informazioni per accedere ai finanziamenti a fondo perduto SME Instrument 2019.

 

 

Bando SME Instrument 2019 per PMI e Start Up innovative

La Commissione Europea ha stanziato circa 3 miliardi di euro per SME Instrument nel periodo 2014-2020. Entriamo nel dettaglio per sapere a chi si rivolge e quali sono i progetti finanziabili.

I beneficiari

Secondo il Regolamento (EU) N. 1290/2013 all’articolo 53, le aziende che possono accedere al contributi a fondo perduto SME Instrument sono piccole e medie imprese, start up e consorzi di PMI. Nei progetti ammessi potranno essere coinvolti anche altri partner, come organizzatori di ricerca, università e grandi imprese.

È condizione imprescindibile che i soggetti richiedenti siano residenti in uno Stato membro UE o in un paese associato. Non solo, i progetti presentati dovranno avere come obiettivo, lo sviluppo di innovazioni di prodotto, di servizio, di processo o di business model.

Se hai una Start Up o una PMI, approfitta di questa opportunità e chiedi subito la consulenza di un nostro esperto.

 

 

Progetti ammessi

L’intervento agevolativo, attivo nell’ambito di Horizon 2020, agevola i progetti innovativi che hanno l’ambizione di crescere e svilupparsi sul mercato internazionale. Nel dettaglio, SME Instrument attiva un programma che supporta le imprese nell’intero ciclo d’innovazione.

Cosa è Horizon 2020

È il Programma di finanziamento integrato della Commissione europea, dedicato alle attività di ricerca e innovazione. Il suo obiettivo è quello di fornire strumenti adeguati a ricercatori e innovatori, per la realizzazione dei loro progetti.

Come funziona il programma SME Instrument di Horizon 2020

SME Instrument si sviluppa in 3 fasi, arricchite da servizi di tutoraggio e coaching:

  1. valutazione della fattibilità tecnico-commerciale dell’idea innovativa;
  2. dimostrazione e market replication, ovvero sviluppo del prototipo e prima applicazione sul mercato;
  3. commercializzazione.

Le aziende non sono obbligate a partecipare a tutti e tre gli step, ma la fase 1 è raccomandata per poter presentare una proposta valida a quella successiva.

SME Instrument Phase 1: la fattibilità

La prima parte del programma prevede la valutazione dell’idea rispetto al livello d’innovazione, per il settore industriale di riferimento. Può trattarsi di nuovi prodotti, processi, progettazione, nuovi servizi, tecnologie o applicazioni. Questa fase comprende l’analisi del mercato in cui si propone il progetto, la valutazione dei rischi, l’analisi dei soggetti coinvolti e la ricerca di potenziali partner e lo sviluppo della strategia.

Le imprese che richiedono di accedere alle agevolazioni devono fornire il business plan, presentando la proposta, i risultati attesi e i criteri per il loro raggiungimento.

SME Instrument Phase 2: lo sviluppo

I progetti innovativi ammessi comprendono una serie di attività che ne permettono la maturazione:

  • dimostrazione;
  • sperimentazione;
  • prototipazione;
  • impianti pilota;
  • scaling-up;
  • design;
  • market replication.

SME Instrument Phase 3: la commercializzazione

Questo step del programma favorisce l’accesso al capitale di rischio, con l’obiettivo di dimostrare la capacità finanziaria del progetto, per passare dalla fase di sviluppo a quella di produzione. Nello specifico non si tratta di finanziamenti diretti, ma servizi finanziari agevolativi e di sostegno, promossi all’interno di Horizon 2020.

Tutoraggio e coaching

I beneficiari accederanno non solo al contributo previsto dal bando, ma anche ad un servizio di business coaching gratuito, erogato su richiesta delle imprese. L’obiettivo delle sessioni di mentoring e coaching è quello di  rafforzare le capacità gestionali e manageriali della PMI, con un supporto di 3 giorni nella fase 1 e fino a 12 giorni nella fase 2.

Tutto sulle agevolazioni SME Instrument 2019

Scopriamo quali sono spese finanziabili e in cosa consistono i contributi concessi ai beneficiari.

Quali sono le spese finanziabili con il finanziamento SME Instrument

Ogni fase del programma SME Instrument prevede che la Commissione Europea finanzi solo alcuni costi diretti e indiretti, riconducibili alle diverse attività funzionali al progetto. Nel dettaglio per la fase 1, sono ammesse le spese relative allo studio dell’idea; per la fase 2 devono essere dichiarati le seguenti tipologie di costi:

  • risorse umane;
  • subappalto:
  • fornitura supporto finanziario a terze parti;
  • varie (es. attrezzature, viaggi e materiali di consumo);
  • altre costi di tipo indiretto, per un totale pari al 25% di quelli diretti ammissibili.

La terza fase non prevede aiuti economici, bensì agevolazioni che permettono di accedere ai servizi finanziari sostenuti con Access to Risk Finance.

Gli incentivi nel dettaglio

La valutazione della fattibilità prevede la concessione di una somma forfettaria fino a € 50.000 ( fase 1), calcolato con un tasso di co-finanziamento del 70% rispetto al totale finanziabile di € 71.249. L’erogazione è suddivisa in due tranche: prefinanziamento del 40% dell’importo, con accredito entro 30 giorni e il saldo entro 90 giorni dal ricevimento del report finale.

A seguire, il secondo passo, ovvero quello della sovvenzione che ammonta tra 500.000 e 2,5 milioni di euro ( fase 2), calcolato nella misura del 70% dei costi ammessi. La percentuale di aiuto aumenta al 100% nel caso di progetti con una forte componente di ricerca.

Domanda di finanziamento e operatività

SME Instrument 2019 propone diverse finestre per la presentazione delle proposte, in diversi ambiti tecnologici e applicativi. Le calls per partecipare al bando sono sempre aperte, organizzate con un calendario di 4 scadenze all’anno. Le prossime date di cut off previste per la fase 1 sono il 5 settembre e il 6 novembre 2019.

La domanda si presenta online sul Portale del Partecipante di Horizon2020, previa registrazione. La procedura di sottomissione della richiesta prevede la compilazione di un form amministrativo e un allegato tecnico, ovvero la descrizione del progetto. A seguire, viene svolta l’istruttoria delle domande di contributo, con una durata di 2 mesi per la fase 1 e 4 mesi per la fase 2. Inoltre, ogni progetto dovrà essere realizzato in circa 6 mesi per il primo step e tra 12 e 24 mesi per il secondo.

Tutte le proposte saranno valutate per il livello di eccellenza, impatto, qualità ed efficienza di attuazione.

 

 

Dai un voto a questo articolo:
[Totale: 0 Media: 0]

Pin It on Pinterest

Share This