Resto al sud i contributi a fondo perduto estesi anche al settore commercio

da | 18 Set 2022 | Articoli SEO | 0 commenti

Gli incentivi di Resto al Sud sono stati estesi al commercio e alle isole minori del Centro-Nord. La legge di conversione, con i relativi emendamenti, consente alle imprese sotto i 56 anni di espandere le proprie attività nelle isole minori del Centro-Nord, con l’ulteriore incentivo consistente in un finanziamento a fondo perduto. Questo contributo a fondo perduto rende più vantaggioso per le imprese espandere le proprie attività in queste aree, in quanto consente loro di trattenere una parte maggiore dei profitti. L’espansione delle imprese in queste aree è benefica per l’economia, in quanto consente la creazione di nuovi posti di lavoro e l’aumento del gettito fiscale.

Resto al Sud commercio

La misura “Resto al Sud” è un’iniziativa agevolativa che consente di presentare entro 60 giorni, dall’esito positivo dell’istruttoria, le domande per gli investimenti nelle regioni sottosviluppate d’Italia, sotto i 56 anni e per le isole minori, le isole marine minori e le isole marine minori della Sicilia centro-settentrionale e nord-occidentale.

Come funzionano le agevolazioni per il commercio

Le agevolazioni funzionano attraverso un contributo fondo perduto di Invitalia, l’agenzia nazionale per la promozione delle imprese e degli investimenti. Si tratta di un contributo a fondo perduto che non deve essere restituito. Il contributo è disponibile per le imprese del Sud Italia che intendono investire o ampliare la propria attività. Il contributo è interamente a carico di Invitalia ed è disponibile a fondo perduto. Le imprese possono anche richiedere un finanziamento bancario, garantito dal fondo di garanzia. La garanzia è destinata alle PMI ed è interamente a carico di Invitalia.

I requisiti per beneficiare del bando Resto al Sud 2022 commercio

Per poter accedere a Resto al Sud nel 2022, è necessario essere un libero professionista o un titolare di partita IVA che nei 12 mesi precedenti il 2022 abbia fatturato almeno 60.000 euro di IVA. È inoltre necessario essere titolari di partita IVA da almeno 12 mesi.

Come funziona Resto al Sud per il commercio

Resto al sud opera fornendo agevolazioni e finanziamenti a fondo perduto e bancari alle piccole imprese del Mezzogiorno. Il fondo è garantito dal Fondo di Garanzia e tutti i costi sono interamente a carico di Invitalia.

Resto al sud per il commercio

Il sud è una delle regioni più ricche d’Italia, sia per la bellezza del paesaggio che per la qualità dei prodotti. Non a caso, infatti, è proprio in questa parte d’Italia che si trova la maggior parte dei grandi centri commerciali. I negozi sono sempre affollati di clienti e il traffico è intenso, soprattutto nelle città come Roma e Napoli.

Scopri subito come ottenere il finanziamento Resto al Sud per il commercio!

Dai un voto a questo articolo:
[Totale: 0 Media: 0]

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.