Industria e Filiera Conciaria: il contributo a fondo perduto

da | 7 Ott 2022 | News | 2 commenti |

Questa agevolazione è destinata a progetti di investimento che sostengono l’industria conciaria e contribuiscono a proteggere le forniture ad essa necessarie.

Le domande per i progetti di investimento a sostegno dell’industria conciaria e a tutela della sua filiera saranno accettate a partire dal 15 novembre.

Industria e Filiera Conciaria: Cos’è

La misura è promossa da Invitalia ed è destinata ad aiutare l’industria conciaria, che è stata molto danneggiata dalla pandemia COVID-19.

I fondi verranno utilizzati per proteggere le catene di approvvigionamento e per pianificare attività di progettazione, sperimentazione, ricerca e sviluppo nel settore.

A questo scopo saranno messi a disposizione 10 milioni di euro.

Industria e Filiera Conciaria: i destinatari

Possono fare richiesta dell’incentivo le aziende dell’industria conciaria che appartengono a distretti conciari situati nelle regioni Campania, Lombardia, Marche, Toscana e Veneto.

L’elenco dei comuni destinatari è riportato nell’allegato n. 1 del decreto direttoriale del 6 settembre 2022.

Progetti ammessi dal bando

Le aziende devono presentare dei progetti per accedere alle agevolazioni.

I progetti devono rendere le aziende più competitive e avere effetti positivi sul distretto conciario di appartenenza.

I progetti devono inoltre essere innovativi e sostenibili.

Possono includere attività di ricerca industriale o di sviluppo sperimentale, purché siano strettamente correlate al progetto e non troppo costose.

Questi progetti devono riguardare la realizzazione di nuovi prodotti o il miglioramento delle modalità di produzione.

Il progetto deve permettere di fare una delle seguenti cose:

  • realizzare un nuovo prodotto o servizio;
  • apportare una modifica significativa a un prodotto o servizio esistente;
  • introdurre contenuti e processi digitali;
  • ridurre l’impatto ambientale secondo i principi dell’ecosostenibilità e dell’economia circolare;
  • condividere strumenti e conoscenze per aiutare le imprese del settore conciario a diventare più innovative e internazionali.

Gli stessi progetti possono essere presentati come parte di un progetto di distretto integrato se l’integrazione dei progetti consente alle imprese proponenti di ottenere effettivi vantaggi competitivi, anche secondo una logica di filiera.

Il progetto di distretto integrato deve includere diversi progetti coordinati proposti da imprese operanti nel settore conciario.

I progetti devono essere avviati dopo la data di presentazione della domanda e possono avere un totale di spese ammissibili compreso tra 50 e 200 mila euro.

Se i progetti integrati sono almeno 5, un progetto può avere fino a 500 mila euro di spese ammissibili.

I progetti devono inoltre garantire che gli investimenti non danneggino l’ambiente e che vengano completati entro 18 mesi dalla data di concessione delle agevolazioni.

Industria e Filiera Conciaria: le spese ammissibili

Sono ammissibili le spese legate esclusivamente ai progetti di investimento, quali:

  • acquisto di nuovi macchinari, impianti e attrezzature, comprese le spese di installazione;
  • programmi informatici e licenze software;
  • formazione del personale;
  • acquisto di immobili e lavori di muratura e simili;
  • costi del personale, strumenti, attrezzature, servizi di consulenza e di altro tipo se legati ad attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale che possono essere incluse nel progetto.

Fino al 20% delle spese di investimento può essere destinato invece al capitale circolante.

Industria e Filiera Conciaria: le agevolazioni

Puoi ottenere un contributo a fondo perduto pari al 50% delle spese del tuo progetto, a condizione che soddisfi i requisiti de minimis.

L’Autorità di Gestione erogherà i finanziamenti in due rate, dopo che avrai presentato domanda specifica che dimostri che hai effettivamente sostenuto le spese.

Termini e modalità di presentazione della domanda

La domanda di agevolazione dovrà essere presentata all’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo di impresa S.p.a. – Invitalia, altrimenti non sarà presa in considerazione.

Puoi trovare le procedure e i moduli necessari sul sito web dell’Agenzia www.invitalia.it, a partire dalle ore 10.00 del 15 novembre 2022.

Tuttavia, puoi iniziare a compilare la tua domanda a partire dalle ore 10.00 dell’8 novembre 2022.

Affidati ad esperti della finanza agevolata.

Dai un voto a questo articolo:
[Totale: 0 Media: 0]

2 Commenti

  1. Catia

    Vorrei creare un e-commerce per vendita on line nazionale e oltre. e un programma di lavoro mirato a conoscere sempre meglio la clientela

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Prenota una consulenzaClicca qui
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.