Il Fondo Rotativo per il sostegno alle imprese e agli investimenti nella ricerca è uno strumento attraverso cui la Cassa Deposito e Prestiti (CDP) e il sistema bancario concedono finanziamenti a tasso agevolato alle aziende. L’aiuto economico consiste in un’agevolazione pari al 50% della quota finanziata e può arrivare al 90% per i programmi di ricerca sviluppo e innovazione.

Come funziona il bando Mise e quali sono le modalità per accedere al Fondo Rotativo per le Imprese.

Entra nel dettaglio per saperne di più sui finanziamenti agevolati per le imprese del territorio nazionale.

 

 

Fondo Rotativo per gli Investimenti in Ricerca delle Imprese

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha stanziato 6 miliardi di euro per le imprese che operano nel sociale, nell’ambito dell’industria sostenibile e del digitale e nei contratti di filiera.

Scopri di più sui destinatari del bando e sulle agevolazioni.

A chi si rivolge il fondo rotativo per gli investimenti in ricerca

I settori d’impresa a cui è destinato il Fondo Rotativo sono:

  • ricerca & sviluppo;
  • innovazione tecnologica;
  • industria;
  • turismo
  • commercio;
  • artigianato;
  • agricoltura;
  • servizi.

Come funziona

La Cassa Deposito e Prestiti (CDP) e il sistema bancario finanziano i progetti imprenditoriali ammissibili alle agevolazioni pubbliche, a medio-lungo termine. La concessione del finanziamento agevolato è soggetto alla valutazione di merito da parte del Ministero di competenza e da parte della Banca o Intermediario leasing che cofinanzia con CDP.

L’intervento finanziario si definisce come uno strumento di credito agevolato che favorisce le imprese nell’accesso alla risorse economiche.

Spese finanziabili

Il finanziamento consente l’acquisto di beni funzionali all’impresa, rendendo l’investimento finanziabile per i seguenti costi:

  • suolo aziendale;
  • fabbricati,
  • macchinari;
  • brevetti;
  • formazione;
  • consulenze;
  • certificazioni;
  • spese generali (nel limite del 20%).

Le agevolazioni del Fondo Rotativo per gli investimenti in ricerca delle Imprese

Il bando attivato dal Mise ha l’obiettivo di aiutare le imprese italiane e i progetti nell’ambito della ricerca attraverso finanziamenti agevolati.

Agevolazioni nel dettaglio

Il soggetto beneficiario potrà usufruire di un finanziamento agevolato della durata compresa tra i 4 e i 15 anni, comprensivi del periodo di pre ammortamento di massimo 4 anni. Il tasso agevolato per la quota erogata dal CDP è individuato nello 0,50% nominale annuo per alcuni bandi e nello 0,80% per altri.

Le imprese destinatarie dovranno preveder un piano di rientro semestrale, con rate in scadenza il 30 giugno e il 31 dicembre di ciascun anno.

Modalità di richiesta

L’impresa, ammessa alle agevolazioni, dovrà sottoscrivere un contratto di finanziamento che prevede una quota stanziata da CDP e l’altra parte, concessa dalla banca ad un tasso di mercato agevolato.

La domanda di accesso deve essere presentata per via telematica al Ministero competente, MISE e MIPAAFT, ovvero Ministero delle politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo e nelle banche co finanziatrici dell’intervento.  In fase di invio della richiesta, occorrerà allegare la documentazione richiesta, tra cui l’attestazione di merito creditizio rilasciato dalla banca finanziatrice.

 

 

Dai un voto a questo articolo:
[Totale: 1 Media: 5]

Pin It on Pinterest

Share This