Il contributo a fondo perduto Energia Basilicata è un intervento finanziario che aiuta le imprese nel risparmio energetico e nella riduzione delle emissioni inquinanti e climalteranti degli impianti produttivi, incentivando la produzione di energia per l’autoconsumo con energia proveniente da fonti rinnovabili.

L’efficientamento energetico delle imprese lucane si configura come motore d’investimento nelle diverse sedi operative presenti sul territorio, attraverso il quale ottimizzare i cicli produttivi. Entra nel dettaglio per sapere come accedere al finanziamento a fondo perduto per le imprese.

Il contributo a fondo perduto Energia Basilicata in sintesi

Il bando regionale attivato all’interno del PO FESR 2014-2020. Azione 4B.4.2.1. è un’operazione che si rivolge a diversi settori d’impresa:

  • agroindustria/agroalimentare;
  • artigianato;
  • commercio;
  • industria;
  • servizi e no profit.

I destinatari del bando

I potenziali beneficiari sono tutte PMI e le Grandi Imprese iscritte nell’apposito Registro, con sedi operative ubicate sul territorio lucano.

Le spese ammissibili

I soggetti richiedenti accesso al finanziamento potranno presentare progetti che comprendano sia le spese di consulenza che quelle connesse all’investimento materiale. Le prime nel limite massimo del 8 % e solo per le micro, piccole e medie imprese, includono i costi per la redazione del progetto d’investimento, quelli per la predisposizione della diagnosi energetica e per i collaudi, nonché la progettazione e direzione lavori. Tra le seconde, ovvero le spese per i beni materiali funzionali all’investimento, sono comprese le opere murarie, la fornitura dei componenti necessari per la modifica dei processi o alla realizzazione degli impianti e/o interventi per l’efficienza degli impianti già esistenti e l’installazione delle linee di produzione e degli impianti per la produzione di energia da fonte rinnovabile.

Numeri e misure del bando per l’efficienza energetica delle imprese

La dotazione finanziaria complessiva stanziata dalla Regione Basilicata è pari a € 29.223.126,00. Le risorse messe a disposizione per questa seconda sessione di richiesta sono così ripartite:

  • € 2.495.537,43 a favore delle Grandi Imprese;
  • € 8.500.000,00 a favore delle PMI.

Il contributo a fondo perduto nel dettaglio

I soggetti beneficiari riceveranno un finanziamento in conto capitale fino al 50%. Ecco come verrà gestita l’erogazione dei fondi:

  • le grandi imprese beneficeranno di un aiuto non superiore al 30% delle spese ammesse ad agevolazione fino ad un contributo massimo di € 500.000,00 e massimo di € 800.000,00 per le grandi imprese energivore;
  • le medie imprese accederanno ad un contributo non superiore al 40% delle spese finanziabili fino ad un contributo massimo di € 400.000,00 e massimo di € 600.000,00 per le cosiddette imprese energivore;
  • la piccola imprenditoria riceverà un aiuto fino al 50% delle spese finanziabili, con un massimale di € 300.000,00 che si estende a € 500.000,00 per le aziende attive nel settore energetico;
  • nel caso delle micro imprese il sostegno riconosciuto sarà non superiore al 50% delle spese ammissibili fino a €200.000,00, massimale che nel caso di imprese energivore diventa di € 400.000,00.

La scadenza del bando

La compilazione della domanda di accesso al contributo dovrà avvenire per via telematica entro il 30 marzo 2018 attraverso il portale della Regione Basilicata. Ti suggeriamo di seguire le istruzioni disponibili online al fine di assicurarti l’invio corretto della tua candidatura, che in caso contrario invece sarebbe esclusa dalle procedure di valutazione.

Se hai dubbi o domande, scrivi la tua richiesta nei commenti.