La Regione Emilia Romagna ha costituito il Fondo Energia a sostegno degli interventi di Green Economy. L’obiettivo è aiutare le imprese che vogliono realizzare progetti di efficientamento energetico e autoproduzione di energia da fonti rinnovabili, con un finanziamento agevolato fino al 100%.

Le risorse finanziarie di questo bando, in parte pubbliche e derivanti dal POR FESR 2014/2020 e in parte private, stanziate da Istituti di credito convenzionati, sono destinate alle imprese localizzate sul territorio regionale.

Entra nel dettaglio per sapere se anche tu puoi accedere ai finanziamenti per il settore energia.

Come funziona il Fondo Energia Regione Emilia Romagna

Energia è un fondo rotativo di finanza agevolata per le imprese che vogliono migliorare l’efficienza energetica e usare energie rinnovabili autoprodotte. Quali sono i requisiti per accedere alle agevolazioni e quali le spese ammesse?

A chi si rivolge

I potenziali beneficiari sono:

  • imprese di qualsiasi dimensione, singole o associate;
  • società d’area;
  • soggetti gestori di aree produttive;
  • società ESCO, Energy Service Company.

Cosa finanzia il fondo

Le spese ammissibili al finanziamento riguardano gli interventi sugli immobili, come l’ampliamento e/o la ristrutturazione e le opere edili funzionali al progetto. Non solo, potranno essere rimborsati i costi di acquisto, installazione e adeguamento di macchinari, impianti, attrezzature, hardware e software e quelli relativi alle consulenze tecnico-specialistiche, compresa la diagnosi energetica e la progettazione.

 

 

Agevolazioni per investimenti nella Green Economy

Energia è il fondo che promuove l’aumento della competitività delle imprese nella regione Emilia Romagna. L’intervento prevede l’erogazione di un finanziamento a tasso zero e un contributo a fondo perduto, in misura differenziata e fino al 100%. Scopri in cosa consistono gli incentivi per le imprese idonee.

Numeri e misure del bando

Il finanziamento agevolato prevede l’erogazione di una somma di denaro compresa tra € 25.000 ed € 750.000, a tasso zero per il 70% dell’importo concesso e ad un tasso convenzionato non superiore all’Euribor 6 mesi +4,75%, per il restante 30%.

Quanto dura il finanziamento?

La durata può andare da 3 a 8 anni, incluso un preammortamento di 12 mesi.

Finanziamento a fondo perduto

Il fondo prevede anche il rimborso delle spese tecniche sostenute per la diagnosi energetica, lo studio di fattibilità e la preparazione del progetto. Tale contributo sarà erogato solo dopo la rendicontazione finale del progetto e ammonterà ad un valore massimo del 12,5% della quota pubblica di finanziamento .

Termini e modalità di presentazione della domanda

La scadenza del bando è fissata per le ore 16 del 7 maggio 2019. Come partecipare?

La domanda va presentata tramite lo sportello online, completa di tutta la documentazione richiesta. Per una compilazione senza errori, ti suggeriamo di consultare il sito di Unifidi Emilia Romagna, gestore del fondo e di ricordare di apporre la firma digitale del legale rappresentante. Ad invio avvenuto, l’impresa candidata riceverà il numero di protocollo assegnato alla domanda e il Comitato di valutazione provvederà ad esaminarla.

L’erogazione del finanziamento avverrà solo quando l’impresa presenterà le fatture pagate per almeno il 50% delle spese ammesse. Ogni progetto dovrà essere completato e rendicontato per il 100% entro 12 mesi dalla concessione del finanziamento.