Il bando per le nuove attività extra agricole nella regione Marche propone un contributo a fondo perduto per lo sviluppo di nuovi servizi per la comunità locale. Si tratta di un’iniziativa per gli imprenditori agricoli che vogliono diversificare il loro business con l’avvio di Agrinido di qualità e servizi di assistenza per gli anziani.

In questa scheda informativa trovi tutti i dettagli utili per partecipare ai bandi . Scopri come ottenere le agevolazioni per avviare nuove attività extra agricole nel territorio marchigiano.

Contributo fondo perduto per attività extra agricole nelle Marche

I bandi regionali per avviare servizi di Agrinido di qualità e Longevità attiva sul territorio, attivano la misura 6.4 Azione 2 del Piano di Sviluppo Rurale PSR 2014/2020. Gli interventi sono tra loro ben distinti ed entrambi mirati al sostegno dei nuovi investimenti.

Beneficiari e obiettivi

La domanda di partecipazione al bando può essere presentata da imprenditori agricoli iscritti all’Elenco Regionale degli Operatori di Agricoltura Sociale.

1. Agrinido di qualità, sottomisura 6.4.A – Azione 2 -servizio 1, si propone di far riscoprire ai bambini “il ritorno alla terra”.

2.Longevità attiva, sottomisura 6.4.A – Azione 2 – servizio 2, si prefigge di creare benessere psico-fisico per la popolazione anziana.

Progetti finanziabili

Se sei interessato ad avviare e sviluppare la tua attività di Agrinido di qualità o servizi nell’ambito sociale, è importante che tu sappia quali sono le tipologie d’investimento ammissibili. I contributi ti verranno concessi solo dopo che avrai dimostrato di aver sostenuto le spese e solamente per progetti funzionali alla creazione e all’adeguamento degli spazi interni ed esterni.

Ecco le 4 aree di intervento che potranno godere del contributo senza alcun vincolo di rimborso:

  1. opere edili di ristrutturazione e adeguamento degli spazi interni per le attività;
  2. realizzazione o adattamento degli impianti tecnologici volti al risparmio energetico;
  3. sistemazione e messa in sicurezza di percorsi e aree esterne adiacenti agli immobili dell’Agrinido, per lo svolgimento delle attività all’aria aperta dedicate ai bambini;
  4. acquisto delle dotazioni didattiche.

Le agevolazioni nel dettaglio

La dotazione finanziaria della Regione Marche è di € 500.000,00 per ciascuno dei due bandi. Il contributo a fondo perduto sarà riconosciuto fino al 50% delle spese ammissibili e per un valore massimo di € 200.000,00 a progetto.

Criteri di erogazione

L’entità dell’aiuto economico si distingue in base alla localizzazione del beneficiario e alla tipologia d’investimento.

Ecco un breve riepilogo:

  • investimenti immobili e spese generali per l’intero investimento: 45% per gli agricoltori delle zone montane e 35% per quelli presenti nelle altre aree regionali.
  • spese per  immobili realizzati con tecniche di edilizia sostenibile: 50% per imprenditori agricoli nelle aree montane e 40% nel resto del territorio;
  • arredi ed attrezzature: 30% per tutti i beneficiari.

È previsto un + 10% per i progetti realizzati nelle aree del cratere sismico da aziende del cratere.

La presentazione della domanda

Se sei interessato a partecipare ai bandi regionali per aprire un Agrinido di qualità o avviare servizi per l’assistenza agli anziani dovrai accedere alla piattaforma digitale SIAR, compilare il modulo online e caricare gli allegati richiesti. La procedura di invio telematico dovrà avvenire entro le ore 13 del giorno 8 novembre 2018.

La tua richiesta sarà accettata solo se presentata entro i termini previsti e se sottoscritta dal legale rappresentante dell’impresa agricola richiedente.