Il contributo a fondo perduto per la ricerca e l’innovazione nella Regione Lazio è un’opportunità per i nuovi imprenditori. L’obiettivo del bando è il “Sostegno alla creazione e al consolidamento di start up innovative ad alta intensità di applicazione di conoscenza e alle iniziative di spinoff della ricerca in ambiti in linea con le Strategie di specializzazione intelligente (anche tramite la promozione delle fasi di pre-seed e seed e attraverso strumenti di venture capital)”. L’iniziativa punta a rafforzare il legame tra la ricerca e le imprese attraverso la promozione di spin-off della ricerca.

Entriamo nel dettaglio del finanziamento start up innovative della regione Lazio per saperne di più.

Il bando per la ricerca e l’innovazione della regione Lazio

Il Programma Operativo Regionale Lazio 2014-2020 ed in particolare l’Azione 1.4.1 prevede l’erogazione di un finanziamento a fondo perduto per le nuove imprese che si occupano di produzione di beni e servizi innovativi.

I potenziali beneficiari

I destinatari del bando sono le società di capitali registrate come Start Up Innovative, che si sono costituite dopo la data di attivazione del bando.

Gli interventi ammissibili

Nel bando sono indicati come “Progetti di avviamento” quelle iniziative che presentano le seguenti caratteristiche:

  • soluzioni innovative, potenzialmente scalabili sui mercati internazionali, con aspetti operativi ancora da perfezionare;
  • un team di soci e collaboratori competenti, in possesso di capacità tecniche e gestionali funzionali al progetto e con previsione di consolidamento delle risorse con altri professionisti e partner reperibili sul mercato;
  • un piano di completamento del progetto che comprenda la programmazione delle attività da realizzare entro 12 mesi.

Le agevolazioni per le start up innovative

La dotazione finanziaria complessiva è di € 4.000.000 che sarà ripartita tra i beneficiari con un contributo a fondo perduto del 100% delle spese ammissibili. L’importo minimo ammesso sarà di € 10.000 e quello massimo di € 30.000. Nel caso di investitori terzi e indipendenti, il contributo massimo concedibile sarà di € 40.000.

Termini e scadenza del bando

La domanda di partecipazione dovrà pervenire entro il 20 aprile 2018 secondo le modalità indicate nel testo integrale del bando. La richiesta andrà presentata per via telematica compilando il Formulario disponibile on-line sulla piattaforma GeCoWEB e inviando poi, via PEC, il Dossier di Richiesta e la Dichiarazione di assolvimento dell’imposta di bollo.

Per la redazione corretta della domanda, sono disponibili le istruzioni operative da scaricare e la modulistica da allegare. Ti consiglio di verificare sempre i requisiti richiesti, di prendere visione del materiale informativo sul sito della Regione Lazio e di accreditarti per tempo sulla piattaforma per la trasmissione dei documenti.

La proceduta di selezione

Gli aiuti economici saranno erogati secondo la procedura “a sportello”, ovvero secondo l’ordine cronologico di presentazione della richiesta, intesa come orario e data di compilazione del formulario online. Dopo una prima fase di istruttoria in cui si verificano i requisiti di ammissione, si svolge la valutazione secondo i criteri definiti dal bando e poi la formazione degli elenchi con i progetti idonei. Al termine dell’iter di selezione avrà luogo la concessione degli aiuti e quindi la stipula dell’Atto di Impegno.

Se hai domande o dubbi, scrivi la tua richiesta nei commenti.