Finanziamenti Regione Calabria: grande impulso al settore delle nuove tecnologie

Finanziamenti regione Calabria ecco i contributi a fondo perduto per chi investe nell'innovazione teconologica

0
390

Finanziamenti regione Calabria. L’adozione delle nuove tecnologie informatiche nelle PMI è l’obiettivo primario del Bando Regione Calabria che mira a rafforzare il grado di innovazione delle piccole e medie imprese locali. Lo stanziamento ammonta a un totale di 7 milioni di euro e nasce nell’ambito dei progetti POR Calabria FESR-FSE 2014-2020.

Contributi a fondo perduto: quali i settori interessati

Il marketing, la comunicazione efficace e l’utilizzo della tecnologia sono alla base dell’evoluzione di qualsiasi progetto e rappresentano una ottima opportunità di acquisire competitività sul mercato anche nazionale ed estero.

Le innovazioni al servizio del territorio

I finanziamenti a fondo perduto che si possono ottenere devono essere utilizzati per dare visibilità e credibilità ai prodotti e ai servizi offerti, collegati al tempo stesso alle realtà locali e alle loro ricchezze. Da questo lo sforzo e l’impegno della regione Calabria che, con i finanziamenti regione Calabria ICT vuole dare il suo contributo al progresso dell’imprenditoria della regione.

Finanziamenti regione Calabria PMI e Liberi Professionisti: a chi sono rivolti

L’impulso alle strategie di comunicazione e il potenziamento dell’apparato informatico servirà senz’altro ad incrementare la professionalità delle aziende. Il bando regione Calabria ICT prevede lo stanziamento di due tipologie di fondi, i finanziamenti liberi professionisti e i finanziamenti piccole e medie imprese.

Entrambi questi soggetti possono partecipare al bando regione Calabria in forma singola o associata in una rete di aziende, consorzi, e cooperative con un minimo numero di tre membri. Le forme associate dovranno svolgere una collaborazione effettiva con la dimostrazione della divisione equa delle spese e dell’utilizzo dei beni e servizi per ciascuna competenza. Per ogni gruppo dovrà essere eletto inoltre un rappresentante ufficiale per i rapporti con la Regione.

Leggi: Imprenditoria femminile / Finanziamenti start up

Condizioni essenziali sono l’iscrizione al Registro Imprese, la regolarità in ambito di previdenza, assistenza e assicurazione, che siano in attività da almeno tre anni e che il capitale sociale, il fondo comune o il patrimonio ammonti ad almeno 20.000 euro al momento della presentazione della domanda, la sede operativa e quella fisica si trovino nel territorio regionale e che l’immobile in oggetto abbia una destinazione d’uso compatibile al lavoro svolto. Nel caso di una forma associata ogni impresa non deve avere più del 35% delle quote.

I fondi saranno concessi in regime “de minimis” come contributo in conto capitale per una quota massima del 70% delle spese valide fino a 200 mila euro per le reti associate e 100 mila euro per singole PMI o professionisti.

Dettagli operativi del Bando regione Calabria ICT

I settori di competenza

Le aziende che intendo partecipare al bando devono operare in almeno uno dei seguenti settori di interesse, considerate delle vere e proprie “aree di innovazione”, che corrispondono a uno dei codici ATECO 2007, indicati anche nell’allegato A del bando stesso:

– edilizia sostenibile

– agroalimentare

– turismo e cultura

– logistica

– terziario innovativo e ICT

– ambiente

– smart manufacturing

– scienze della vita.

Iniziative agevolabili

Le attività sostenibili sono tutte quelle che sostengano lo sviluppo e l’innovazione delle aziende:

– investimenti in metodi di acquisto e vendita online (piattaforme ecommerce)

– sviluppo di metodologie avanzate che migliorino il rapporto clienti/fornitori

– cooperazione e collaborazione tra imprese e professionisti

– sviluppo di sistemi di manifattura digitale

– miglioramento dei processi produttivi e dell’erogazione di servizi

– incentivo all’integrazione

– ampliamento dei sistemi di sicurezza informatica.

Spese ammissibili

Per questi fondi regionali le spese ammissibili sono quelle volte all’acquisto di software e attrezzature, all’acquisizione di servizi in modalità cloud computing e software as a service, all’acquisto di brevetti e licenze, alle consulenze di tecnici e professionisti, ai costi di fidejussione e di collaudo.

Come presentare la domanda

Ogni soggetto giuridico può presentare una sola istanza per l’accesso ai finanziamenti regione Calabria, pena esclusione della stessa e previa registrazione al sito della regione Calabria.

La piattaforma messa a disposizione dalla regione Calabria (http://calabriaeuropa.regione.calabria.it) sarà disponibile dal 1 febbraio 2017, mentre le domande possono essere inviate a partire dal 21 febbraio dalle ore 10 e, nei giorni che seguono, dalle ore 09.00 alle 19.00.

La presentazione delle domande scadrà alle ore 19 del giorno in cui il totale dei contribuiti richiesti dalle domande pervenute avrà raggiunto una somma pari a 10 volte l’importo della dotazione finanziaria disponibile.

RISPONDI

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome