È attivo il bando Cultura per le imprese della Regione Lazio, che incentiva l’uso delle nuove tecnologie per promuovere il patrimonio culturale.  Con questo intervento finanziario, gli imprenditori potranno beneficiare di un contributo a fondo perduto per i progetti d’investimento nei luoghi della cultura più significativi del territorio.

Tra i poli individuati dalla Regione, ci sono i sistemi museali e bibliotecari, gli archivi e i parchi archeologici. Il loro potenziamento rientra nella programmazione strategica regionale .

Entriamo nel dettaglio per conoscere gli obiettivi del bando, i destinatari e le modalità di accesso alle agevolazioni.

Sintesi Finanziamenti Cultura Regione Lazio 2019

L’intervento finanziario, denominato L’impresa fa cultura, è stato attuato all’interno del POR FESR 2014/2020 – Azione 3.3.1. L’intento è quello di valorizzare il patrimonio storico e artistico, attraverso la creazione di spazi di fruizione e innovazione all’interno dei luoghi culturali.

Ecco tutte le informazioni sul funzionamento del bando.

Gli obiettivi

  • Promozione di eventi e performance artistiche e innovative
  • Miglioramento del networking
  • Aumento della visibilità di artisti, di figure dell’artigianato artistico e altre attività produttive del luogo
  • Avvio di laboratori artistici e didattici con il supporto delle nuove tecnologie
  • Allestimento di mostre temporanee con esposizione dei prodotti realizzati durante le attività laboratoriali.

A chi si rivolge

La domanda di contributo può essere presentata dalle micro, piccole e medie imprese, in forma singola o aggregata, che siano regolarmente costituite e con sede operativa sul territorio regionale.

Tipologia di spese finanziabili

I progetti d’investimento sono finanziabili per le spese di acquisto, noleggio, o leasing, di attrezzature, macchinari e strumentazioni installate presso la sede operativa dell’impresa. Tra gli altri costi ammessi, ci sono quelli relativi ai servizi e alle consulenze per l’organizzazione, lo sviluppo del progetto e il miglioramento di processi e prodotti, anche con l’acquisizione di licenze e brevetti. Sono anche finanziabili tutte le voci di spesa per la comunicazione, la promozione e la partecipazione ad eventi fieristici.

Finanziamenti a fondo perduto per i luoghi di cultura nel Lazio

Le risorse stanziate per questo bando ammontano a € 6.835.000, ripartite ai singoli beneficiari con un contributo economico senza vincolo di rimborso. L’accesso alle agevolazioni sarà confermato solo ai progetti idonei, che dovranno realizzarsi entro 12 mesi successivi dall’atto d’impegno e con rendicontazione delle spese entro 30 giorni dalla conclusione lavori.

 

 

Numeri e misure del bando

I soggetti beneficiari riceveranno un contributo a fondo perduto fino all’80% delle spese ammesse e di un importo massimo di € 200.000,00 per singolo progetto.

Modalità di partecipazione al bando

La domanda di contributo deve essere presentata entro le ore 12 del 30 aprile 2019 attraverso la piattaforma telematica della Regione Lazio, Sigem. La candidatura dovrà essere completa di tutta la documentazione richiesta e firmata digitalmente dal legale rappresentata dell’impresa.

Documenti da allegare

Per accedere all’istruttoria è necessario corredare la domanda con alcuni documenti. Tra i più importanti:

  • formulario con la proposta progettuale;
  • cronoprogramma delle attività;
  • scheda finanziaria del progetto.

L’elenco e i modelli fac simile sono tutti disponibili e scaricabili online.

 

 

Dai un voto a questo articolo:
[Totale: 0 Media: 0]

Pin It on Pinterest

Share This