100 milioni per le imprese energivore del sud

Finanziamenti Invitalia, ecco il bando per le imprese del Sud che impiegano risorse per l'efficientamento energetico, stanziati 100 milioni di euro che saranno erogati sotto forma di contributo a fondo perduto

0
230

In un ottica di riduzione dei consumi energetici da parte delle imprese del sud Italia, il Ministero dello Sviluppo Economico ha stanziato 100 milioni di euro.

Missione risparmio energia

Il bando, pensato ad hoc per le realtà del mezzogiorno, mostra in maniera evidente l’interesse sempre più marcato verso la tutela dell’ambiente.

Il Ministero punta dritto in questa direzione in vista della riduzione dei consumi energetici di almeno il 10%, soprattutto nei casi di aziende ad alto impatto ambientale.

Leggi anche: Smart and StartImprese a tasso zero

A chi interessa il bando

Consultando il decreto ministeriale del 7 Dicembre 2016 (che si può consultare cliccando qui) è possibile accedere all’elenco delle attività ammesse.

Imprese energivore

La domanda di partecipazione al bando può essere presentata in particolare alle imprese che registrano un forte consumo di energia, a patto che siano iscritte alla Cassa per i Servizi Energetici ed Ambientali.

Le imprese che si stanno avviando verso programmi di sviluppo, per le quali il costo dell’energia elettrica incide sensibilmente sul fatturato e che rientrano nei codici ATECO a 6 cifre.

Imprese del meridione

Questi programmi di sviluppo sono stati sviluppati esclusivamente per aziende che abbiano sede nelle regioni del sud Italia e in particolare in Campania, Calabria, Sicilia, Puglia e Basilicata.

L’impresa richiedente deve necessariamente presentare un progetto che sia attinente ad interventi atti a tutelare l’ambiente e che, soprattutto, prevedono riduzione del consumo energetico.

Aiuti pari al 75% del costo del progetto

La somma totale messa a disposizione per questo bando è stata stabilita a 100 milioni di euro. Per poter partecipare, un progetto deve prevedere una spesa compresa tra i 30 mila euro e i 3 milioni di euro.

Il finanziamento concesso da Invitalia è del 75% del costo totale del progetto presentato e per poter partecipare al bando, l’impresa interessata deve dimostrare di poter coprire il restante 25% dei costi.

Le spese ammesse al contributo riguardano macchinari, impianti e attrezzature utili allo sviluppo del progetto, software e brevetti, purché il progetto abbia come obiettivo l’incremento della tutela ambientale dell’impresa, l’adeguamento anticipato ai limiti UE, riciclaggio e maggiore efficienza energetica.

Quando e come partecipare al bando

Per potersi assicurare di partecipare al bando è sufficiente presentare, dal 26 Aprile 2017 e fino ad esaurimento di risorse disponibili, la richiesta di ammissione attraverso il portale web di Invitalia (che è possibile raggiungere cliccando qui)

Se sei titolare di un’impresa a forte consumo energetico e vuoi fare la tua parte per l’ambiente, prendendo provvedimenti prima delle direttive ufficiali della Comunità Europea, rimodernando il sistema di consumo energetico della tua azienda, questo è sicuramente il bando che fa per te.

RISPONDI

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome