Cultura Crea Invitalia 2017

Cultura Crea Invitalia finanziamento per le imprese del settore del turismo e della cultura stanziati 100 milioni di euro

1
738

Cultura Crea il Mibact incentiva le imprese nel settore dell’industria culturale-turistica (e le organizzazioni no-profit che valorizzano le risorse culturali del territorio).

Cultura Crea prevede sia finanziamenti che contributi a fondo perduto per le imprese in 5 specifiche regioni del Sud Italia.

Cultura Crea: chi finanzia

L’agevolazione è diretta a micro, piccole e medie imprese che si trovano nella seguenti regioni: regione Basilicata, regione Calabria, regione Campania, regione Puglia, regione Sicilia.

Le aziende o le persone fisiche devono operare tutte nel settore cultura o del turismo. Il bando Cultura Crea finanzia le consulenze, le spese per il personale e per i servizi tecnologici.

Il bando Cultura Crea di Invitalia prevede sia un finanziamento agevolato a tasso zero sia un finanziamento a fondo perduto.

Potrebbero esserti utili: Nuove Imprese a Tasso Zero / Finanziamenti Start Up

Cultura Crea: gli obiettivi del Mibact

L’obiettivo del Mibact è la creazione Nuove Imprese nel settore culturale e turistico. Il bando viene promosso dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. Esso ha come obiettivo il sostegno alle Micro Piccole e Medie Imprese dell’Industria Culturale. In totale il Ministero ha stanziato, per questo progetto, risorse pari a 107 milioni di Euro.

Cultura Crea: ecco i dettagli del bando Invitalia

Il Bando prevede sia contributi a fondo perduto sia finanziamenti a tasso agevolato.
Sono previste anche premialità aggiuntive per imprese con rating di legalità, oppure femminili o nuove imprese giovanili.

I fondo potranno essere richiesti solamente per progetti che soddisfano i seguenti requisiti: importo non superiore a € 400.000,00. Devono trattarsi di imprese realizzate nel territorio delle Regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia relativi alle attività economiche elencate all’allegato 2 del Decreto. Devono prevedere l’introduzione di innovazioni di processo, di prodotto o servizio, organizzative, di mercato, in una delle seguenti aree. Nel campo dell’economia della conoscenza, della conservazione, della fruizione, della gestione.

Chi può accedere al finanziamento a fondo perduto?

Sono previsti inoltre dei particolari requisiti temporali. Infatti possono accedere ai contributi i seguenti soggetti. Imprese costituite da non oltre trentasei mesi  (società di capitali/di persone/cooperative). Oppure, persone fisiche che intendono costituire una impresa sotto forma societaria entro 30 giorni dall’esito di approvazione della richiesta di agevolazione.

Bandi regionali: Finanziamenti Regione Piemonte Finanziamenti Regione Lazio

Cultura Crea: gli investimeti ammissibili

Sono ammissibili i costi relativi alle seguenti voci di investimento. Quella per i macchinari, impianti, attrezzature, arredi e mezzi mobili. Oppure peri beni immateriali ad utilità pluriennale, limitatamente a programmi informatici, brevetti, licenze e marchi. Nonché certificazioni, know how e conoscenze tecniche, anche non brevettate.

Sono, anche ammissibili i costi di gestione, nel limite del 20% relativi a personale interno qualificato del soggetto beneficiario, limitatamente alle figure professionali di elevato profilo. Oppure quella per i servizi per le tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC). O per le consulenze esterne specialistiche.

Cultura Crea: cosa finanzia

La misura Cultura Crea che può essere destinata anche a nuove imprese prevede a favore dei beneficiari una doppia agevolazione, che si divide in due diverse tipologie.
La durata massima è di otto anni di ammortamento, oltre ad un preammortamento di un anno per il periodo di realizzazione dell’intervento. Può essere elevabile al 45% in caso di impresa femminile o impresa giovanile o sia in possesso del rating di legalità.

Vuoi informazioni? Hai domande?
Inserisci la tua richiesta nei commenti!

1 COMMENTO

  1. Salve , mi chiamo Francesco e vorrei rilevare un’attività gia esistente . Questa attività ora è gestita da mio padre e vorrebbe lasciarla . Potrei avere un finanziamento a fondo perduto per rilevarla e rinnovarla ? Grazie in anticipo .

RISPONDI

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome