È attivo il bando Regione Lazio che sostiene lo sviluppo delle imprese con un contributo a fondo perduto. Con questo intervento finanziario tutte le start up innovative e le PMI operanti nel settore delle attività culturali e creative potranno realizzare il loro progetto d’impresa, riducendo i costi di avvio e di primo investimento.

Il bando regionale favorisce, così, la nascita e la crescita di nuove realtà imprenditoriali, attuando la legge regionale 13/2013.

Scopri se anche tu puoi beneficiare delle agevolazioni e quali sono le modalità di richiesta.

Tutte le informazioni sul contributo a fondo perduto per lo sviluppo della Regione Lazio

In questa sintesi trovi tutti i dettagli sul funzionamento del bando che aiuta le imprese a nascere e crescere. I settori di attività coinvolti sono:

  • Arti e Beni culturali – Arte, Restauro, Artigianato artistico, Tecnologie applicate ai beni culturali, Fotografia;
  • Architettura e Design – Architettura, Design, Disegno industriale (prototipazione e produzione in piccola scala di oggetti ingegneristici ed artigianali), Design della Moda;
  • Spettacolo dal vivo e musica;
  • Audiovisivo;
  • Editoria.

Chi sono i potenziali beneficiari

La domanda di contributo può essere presentata dalle micro, piccole e medie imprese costituite da non oltre 24 mesi, o che saranno costituite entro max 90 giorni dalla concessione del contributo. Potranno partecipare al bando anche i liberi professionisti.

Tutti soggetti aventi P.iva che presenteranno la richiesta di contributo, dovranno essere iscritti al Registro delle Imprese della Camera di Commercio ed essere in regola con gli obblighi previsti dai regolamenti comunitari e dalle leggi nazionali e regionali.

Le spese finanziabili

I progetti presentati dalle imprese dovranno prevedere un investimento minimo di € 15.000, comprensivo di spese per beni materiali e immateriali e di funzionamento. Ecco un breve elenco dei costi ammessi al finanziamento:

  • attrezzature, macchinari, impianti e adeguamenti strutturali relativi alle sedi localizzate nella regione Lazio;
  • infrastrutture di reti e collegamento;
  • fornitura di servizi qualificati per il supporto commerciale e tecnologico;
  • certificazioni di processo e di prodotto, brevetti e licenze;
  • oneri di costituzione dell’impresa;
  • fidejussioni assicurative o bancarie;
  • spese di funzionamento dell’impresa, merci e servizi necessario per l’avvio del magazzino;
  • materiali di prova e di realizzazione di prototipi e collaudi finali;
  • promozione e pubblicità entro il limite del 30% del totale delle spese ammissibili.

Bando Sviluppo Start Up e PMI Regione Lazio

La dotazione finanziaria è gestita dal Fondo della creatività per il sostegno e lo sviluppo di imprese nel settore delle attività culturali e creative e ammonta a € 680.435,00.

Il contributo a fondo perduto nel dettaglio

L’agevolazione per lo sviluppo delle start up e delle Pmi culturali e creative si concretizza in un contributo in conto capitale fino al 80% delle spese ammissibili. Ogni beneficiario potrà ricevere un importo massimo di € 30.000,00.

Modalità di presentazione della domanda ed erogazione del contributo

La richiesta di agevolazione deve pervenire esclusivamente via PEC, entro le ore 18 del 12 aprile 2019. Per candidarsi, occorre compilare il Formulario on line sulla piattaforma GeCoWEB , entro le ore 12 del giorno di scadenza del bando e, poi, procedere con l’invio della domanda completa di tutti gli allegati.

La selezione e la valutazione delle richieste si svolgono tramite una procedura a graduatoria. Dopo la concessione del contributo, i beneficiari potranno richiedere l’erogazione in una o più tranche e procedere con la rendicontazione delle spese ammesse e comunque realizzate entro e non oltre 24 mesi.