Bando smart per l’Umbria che punta sulle Pmi

Finanziamenti a fondo perduto, la regione Umbria ha pubblicato un bando che mette a disposizione delle aziende che investono nell'innovazione digitale 500.000 euro

0
143

Strizzando l’occhio ad una società sempre più smart l’Umbria punta sull’innovazione digitale con un bando per un totale di €500.000,00 destinati alle Piccole e Medie Imprese (PMI) che operano nei settori dell’artigianato, del commercio, dell’industria, dei servizi e del turismo.

Il Bando

La dotazione economica messa a disposizione dalla regione Umbria per le PMI ha lo scopo di sostenere e promuovere l’innovazione attraverso l’utilizzo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT) attraverso l’acquisto di servizi digitali e sviluppo di e-commerce.

Il bando non è cumulabile con altri provvedimenti stanziati dall’Europa, dallo stato, dalla regione o dal comune per lo stesso progetto presentato.

Approfondisci: IsmeaIncubatori Start up

A chi è rivolto il finanziamento

Il bando a sportello è pensato per l’innovazione digitale nelle PMI che si occupano di artigianato, commercio, industria, servizi e turismo. Rientrano nelle imprese beneficiarie due categorie:

Servizi digitali

In questa categoria si intendono imprese che erogano servizi in modalità Cloud Computing. Questo vuol dire che l’impresa è capace di offrire l’usufrutto, tramite server remoto, di risorse software e in alcuni casi anche hardware come ad esempio server specifici per l’archiviazione dei dati.

E-Commerce

L’altra categoria di impresa finanziabile è quella che opera attraverso e-commerce. Cioè in quelle aziende che forniscono servizi e prodotti attraverso una piattaforma web che può essere propria dell’azienda o può, in alcuni casi, appoggiarsi a server terzi.

Dotazione finanziaria del bando

L’agevolazione concessa dalla regione Umbria, consiste in un finanziamento a fondo perduto a titolo de minimis atto a coprire il 70% della spesa totale ritenuta ammissibile.

Tuttavia in alcuni casi è possibile avere diritto ad ulteriori agevolazioni sempre in termini di percentuale nelle seguenti maggiorazioni:

Più occupazione

Oltre la percentuale iniziale del 70% a fondo perduto, come abbiamo visto, il bando prevede un ulteriore maggiorazione del 3% nel caso di progetti che prevedono un incremento dell’occupazione per l’attuazione, questa nota va dichiarata sia al momento della presentazione sia al momento di rendicontazione.

Integrazione di genere

Altro fattore per il quale è possibile richiedere un ulteriore maggiorazione del 2% è l’eventuale integrazione di genere e non discriminazione. Questo dovrà essere descritto in maniera chiara e dovrà essere un provvedimento chiaro, concreto e verificabile.

Termini di presentazione 

La compilazione della domanda per essere ammessi al bando deve essere presentata a partire dalle ore 10:00 del 04/05/2017 mentre l’invio della domanda di ammissione deve avvenire a partire dalle 10:00 del 24/05/2017 ed entro le 12:00 del 31/05/2017

La modulistica è disponibile, insieme al bando, sul portale web della regione Umbria e comunque è consultabile cliccando qui.

RISPONDI

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome