É attivo il bando Ricerca e Innovazione della Regione Lombardia per lo sviluppo di nuove tecnologie sostenibili, nuovi prodotti e servizi. L’obiettivo è di promuovere le attività di collaborazione attraverso un contributo a fondo perduto, aumentando così la competitività regionale.

Il bando si rivolge ai partenariati di imprese, centri di ricerca e università che realizzeranno progetti di ricerca e sviluppo sul territorio lombardo.

Se sai già in cosa consiste l’intervento, accedi al Sistema Informativo BandiOnline per inserire la richiesta, altrimenti entra nel dettaglio dell’articolo per saperne di più sui requisiti e sulle modalità di presentazione della domanda.

Sintesi bando Ricerca e Innovazione Regione Lombardia

L’intervento finanziario favorisce i progetti strategici di ricerca industriale e sviluppo sperimentale e si colloca all’interno del POR FESR 2014/2020, Asse I Ricerca e Innovazione, Azione I.1.b.1.3.

Questa scheda informativa risponde ad alcune domande:

  • A chi si rivolge?
  • Quali sono i progetti e le voci di spesa finanziabili?

Potenziali beneficiari

La domanda di contributo può essere presentata da partenariati composti da imprese, organismi di ricerca e diffusione della conoscenza pubblici e privati, università, istituti di ricerca e IRCCS. L’accordo sarà valido se formalizzato e dovrà comprendere da 3 a 8 soggetti, di cui almeno una PMI e un organismo di ricerca. Ciascun partner dovrà essere autonomo.

Progetti e costi ammissibili

Ciascun progetto di R&S dovrà svilupparsi in una delle 7 aree di Specializzazione della “Strategia regionale di specializzazione intelligente per la ricerca e l’innovazione” S3.

  1. Aerospazio;
  2. Agroalimentare;
  3. Eco-industria;
  4. Industrie creative e culturali;
  5. Industria della Salute;
  6. Manifatturiero Avanzato;
  7. Mobilità sostenibile oppure all’Area trasversale di sviluppo: smart cities and communities

Ogni progetto dove contenere l’indicazione precisa delle spese sostenute, ammissibili al contributo.

Costi ammissibili

Tra le macro-categorie di spese che possono essere finanziate, ci sono quelle relative la gestione del personale, esclusi tirocini e stage e l’acquisto di strumentazioni e attrezzature nuove di fabbrica, funzionali alla realizzazione del progetto. Non solo, saranno ammessi anche i costi di ammortamento degli immobili, solo fabbricati, per la sola durata del progetto e tutti quelli relativi alle consulenze e ai servizi, compresi i brevetti e le licenze acquisite.

 

 

Contributo Fondo Perduto Ricerca e Sviluppo in Lombardia

La dotazione finanziaria del bando è di € 70.000.000,00, di cui € 50.200.000,00 stanziati Fondo Europeo di Sviluppo Regionale. A quanto ammonta il contributo erogato e come si richiede?

Caratteristiche delle agevolazioni

Il bando si concretizza in un contributo a fondo perduto fino al 60% delle spese ammissibili per tutti i progetti di Ricerca industriale e Sviluppo sperimentale. L’aiuto sarà corrisposto per investimenti complessivi di almeno 5 milioni di euro e sarà quantificato in base ad aliquote differenziate:

  • Piccole Imprese: 60% delle spese ammesse,
  • Medie Imprese: 50% delle spese ammesse,
  • Grandi Imprese ed Organismi di Ricerca: 40% delle spese ammesse.

La richiesta di contributo

La domanda di partecipazione al bando dovrà essere presentata per via telematica entro le ore 15 del 28 marzo 2019. Sul sito FESR Regione Lombardia, nella sezione Allegati, sono disponibili le istruzioni per la corretta compilazione del modulo di adesione e per l’invio della richiesta.

 

 

Dai un voto a questo articolo:
[Totale: 0 Media: 0]

Pin It on Pinterest

Share This