Bando Inail 2017

Bando Inail 2017 scopri i beni e gli importi finanziabili

5
690

Bando Inail 2017: come ogni anno vengono destinati finanziamenti a fondo perduto per chi investe sulla salute e sulla sicurezza dei lavoratori.

Il bando Inail 2017 è consultabile dal sito www.inail.it si possono evincere al dettaglio quali sono i soggetti ammissibili al bando Inail 2017, i requisiti richiesti per ottenere il finanziamenti a fondo perduto e le procedure da seguire.

Bando Inail 2017: gli importi previsti dal bando

I finanziamenti targati Inail vengono erogati in conto capitale.

Sono, in genere, pari al 65% dell’investimento ammissibili.

E’ inoltre previsto un contributo minimo di 5.000 euro. Unica eccezione a tale limite riguarda le aziende con massimo 50 dipendenti. Queste devono però richiedere il contributo per l’adozione di modelli organizzativi.

Come consuetudine, così come previsto dai precedenti bandi Inail è obbligatorio il rispetto del limite del de minimis.
Dunque lo schema di agevolazioni è il seguente. Meno di 15.000 euro per il settore dell’Agricoltura. Meno di 33.000 euro per il settore della Pesca e dell’Acquacoltura. Meno di 100.000 euro per il settore del Trasporto di strada. Meno di 200.000 euro per tutti gli altri settori.

Scopri: Nuova Sabatini / Super Ammortamento / Credito d’Imposta

Bando Inail 2017: chi può beneficiarne

Sono ammesse al bando Inail per ottenere i contributi a fondo perduto tutte le imprese, di qualsiasi forma giuridica, iscritte alla Camera di Commercio.

Bando Inail 2017: i requisiti per accedere

Per ottenere i contributi Inail dedicati agli investimenti da compiere per migliorare le condizioni di salute e sicurezza dei luoghi di lavoro, è previsto dal bando che i soggetti abbiano requisiti.

Innanzitutto, le imprese devono essere in possesso dell’unità produttiva per la quale si richiede il finanziamento, provincia o regione, nel territorio dove viene fatta la domanda. (per le imprese di armamento, la sede produttiva coincide con la nave e la sede Inail è la sede regionale).

Le imprese devono essere iscritte al Registro delle Imprese o all’albo degli artigiani.

L’impresa deve essere nel libero e pieno esercizio dei propri diritti.

Naturalmente, le imprese devono essere in regola con gli obblighi contributivi ed assicurativi previsti dal Durc.

Le imprese interessate non devono aver richiesto, per lo stesso progetto, altri contributi finanziari di natura pubblica. Eccezion fatta per quegli interventi pubblici di garanzia sul credito.
Inoltre, le imprese devono rispettare le condizioni espresse dalla normativa comunitaria sugli aiuti de minimis.

Finanziamenti regionali: Finanziamenti Regione Umbria / Finanziamenti Regione Abruzzo

Quali progetti possono ricevere i finanziamenti Inail

Sostanzialmente i progetti che riguardano la salute e la sicurezza dei luoghi di lavoro, sono di tre tipologie. Possono essere progetti d’investimento. Oppure progetti per adottare modelli organizzativi o di responsabilità sociale. O, ancora, possono essere progetti di bonifica da materiali contenenti amianto.

Agevolazioni e finanziamenti: la strategia dell’Inail

Per la realizzazione di progetti che mirano a ridurre gli infortuni e le malattie professionali, l’Inail ha messo in campo una serie di incentivi alle imprese.

Si tratta naturalmente di sostegni di natura economica che rispondono alle iniziative volte alla implementazione dei livelli di sicurezza e di salute nei luoghi di lavoro.

Secondo il Testo unico della sicurezza (d.lgs. 81/2008 e s.m.i.), sostenere le imprese in una politica di implementazione della sicurezza dei luoghi di lavoro è per l’Inail un impegno istituzionale. Negli ultimi anni tale funzione è stata sviluppata soprattutto attraverso procedure di finanziamento. Il sistema di agevolazioni da parte dell’istituto, è stato messo in campo mediante processi di istruttoria e di erogazione semplici e veloci. Il sistema comprende agevolazioni tariffarie, finanziamenti e borse di studio.

Inserisci la tua richiesta nei commenti se hai dubbi o domande!

5 COMMENTI

  1. Ho un autolavaggio e ho l’impianto vecchio. Potrebbe anche coprire anche l’eventuale sostituzione dell’impianto?

  2. è ancora possibile ottenere finaziamenti? dovrei cambiare una tagliarisme nel mio negozio con una molto più aggiornata e sicura a fotocellule..
    a chi mi devo rivolgere?
    grazie

  3. Buonasera,
    ho intenzione di aggiornare una tagliarisme nella mia copisteria, con una più aggiornata e sicura. posso ancora ottenere un finanziamento, e se si, come? grazie

RISPONDI

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome