Il bando Impresa e Lavoro 4.0 della Regione Marche intende promuovere l’innovazione tecnologica e digitale, mettendo al centro le persone. Infatti, le imprese marchigiane che investiranno nell’applicazione delle nuove tecnologie e nella formazione, potranno beneficiare di un contributo a fondo perduto a titolo di rimborso spese.

Questo articolo è quello giusto per te che cerchi un’opportunità per far crescere la tua azienda o che, consultando i bandi della Regione Marche, hai trovato interessante questa proposta. Entra nel dettaglio per saperne di più sul funzionamento e sulle modalità di richiesta delle agevolazioni.

Sintesi bando Impresa e Lavoro 4.0 Regione Marche

Impresa e Lavoro 4.0 è un bando finanziato con i fondi europei e attivato all’interno del POR Marche FESR 2014/2020 – Asse 1 – Azione 1.3.1 e Asse 8  – Azione 21.1.

Chi può partecipare al bando e quali sono i programmi d’investimento ammissibili?

A chi si rivolge

La domanda di contributo può essere presentata da micro, piccole e medie imprese marchigiane, in forma singola, che prevedono di attivare un tirocinio d’inserimento o reinserimento nel mondo del lavoro.

Investimenti e spese finanziabili

Il bando prevede che i progetti ammissibili siano quelli riguardanti le aree del Piano Nazionale Industria 4.0. Nello specifico si parla di:

  • automazione industriale;
  • smart and digital factories;
  • sistemi produttivi flessibili;
  • produzione rapida;
  • progettazione e sviluppo di prodotti multifunzione, modulari e configurabili;
  • realizzazione del sistema di etichettatura per la tracciabilità del prodotto;
  • progettazione di prodotti di alta qualità attraverso tecnologie digitali innovative;
  • sviluppo di prodotti-servizi, di servizi post vendita e manutenzione del prodotto;
  • progettazione integrata.

Le imprese candidate accederanno al contributo se dimostreranno di aver già sostenuto le spese di realizzazione del progetto. Quali?

Voci di spesa

Si tratta di costi relativi all’acquisto di beni strumentali e immateriali e all’acquisizione di competenze e servizi di sostegno all’innovazione. Non solo, tra le spese ammissibili ci sono quelle del personale tirocinante, della Fidejussione e della perizia tecnica o attestato di conformità. Sono agevolabili anche quei costi previsti per trasformare il tirocinio in contratto di lavoro subordinato, fare nuove assunzioni ed erogare formazione per aumentare la conoscenza nell’ambito delle nuove tecnologie.

 

 

Contributo Fondo Perduto per l’innovazione nelle Marche

Le risorse stanziate per il bando Impresa e Lavoro 4.0 ammontano a € 6.760.062,31. Ecco in cosa consiste il finanziamento a fondo perduto e come farne richiesta.

L’agevolazione in pratica

I soggetti beneficiari riceveranno un contributo in conto capitale fino al 100% della spesa finanziabile, d’intensità variabile a seconda della tipologia di spesa. Perché il progetto venga ammesso, il programma d’investimento non dovrà essere inferiore a €25.000. Invece, la somma di denaro erogata potrà essere al massimo di € 200.000.

Modalità di partecipazione al bando

La richiesta di contributo può essere presentata fino alle ore 13 del 3 aprile 2019, per via telematica attraverso il portale della Regione Marche. La procedura prevede la compilazione online della domanda, il caricamento degli allegati richiesti e la sottoscrizione da parte del richiedente con firma digitale.

L’iter della domanda si articola in 4 fasi:

  1. istruttoria di ammissibilità;
  2. valutazione;
  3. approvazione graduatorie delle domande ammesse a finanziamento;
  4. comunicazione esiti istruttori ed accettazione contributo.

Il contributo a fondo perduto sarà erogato solo a fronte della realizzazione del progetto entro 15 mesi dalla concessione del finanziamento. Non solo, l’impresa, per accedere al finanziamento, dovrà provvedere alla rendicontazione delle spese entro il 60° giorno successivo dalla chiusura dei lavori.

 

 

Dai un voto a questo articolo:
[Totale: 0 Media: 0]

Pin It on Pinterest

Share This