Il bando Calabria nei Borghi è un aiuto economico per le imprese che si occupano di ricettività, ristorazione e servizi per il turismo e la cultura. L’obiettivo è sostenere concretamente i settori economici che contribuiscono alla valorizzazione dei comuni calabresi, riconoscendo un contributo a fondo perduto per realizzare nuovi investimenti.

Questa scheda informativa è quella giusta per te se vuoi cogliere questa opportunità. Invece, se vuoi avere solo una panoramica generale sui fondi regionali e comunitari, puoi consultare il portale online della Regione.

Scopri come ottenere i fondi che realizzeranno il tuo progetto imprenditoriale.

Sintesi bando Calabria nei Borghi

La misura finanziaria della Regione Calabria sostiene le imprese nel potenziamento dell’offerta ricettiva, turistica e culturale sul territorio. Entra nel dettaglio per conoscere il funzionamento del bando.

A chi si rivolge

La domanda di finanziamento a fondo perduto potrà essere presentata dalle piccole e medie imprese, dagli aspiranti imprenditori, dalle associazioni e lavoratori autonomi che esercitano un’attività economica. Il progetto imprenditoriale sarà finanziabile solo se sarà realizzato in uno dei Comuni della Regione Calabria, ad eccezione di quelli rientranti nella Strategia Regionale per le Aree Urbane.

I potenziali beneficiari operano nel settore della ricettività extra alberghiera, per esempio ostelli, rifugi di montagna, case vacanze; ristorazione di qualità; servizi turistici e culturali. Per verificare se hai i requisiti richiesti, confronta il codice Ateco corrispondente alla tua attività con quelli elencati nel bando.

Spese ammissibili

Per accedere al contributo a fondo perduto dovrai dimostrare di aver già sostenuto le spese di realizzazione del progetto e ciascun costo dovrà rientrare tra quelle finanziabili dal bando. Ecco l’elenco delle principali voci di spesa ammissibili per l’erogazione del capitale:

  • progettazioni, studi di fattibilità e spese di fidejussione;
  • attrezzature, macchinari, impianti e arredi per l’unità produttiva;
  • opere murarie per il recupero di impianti e riqualificazioni esterne;
  • software informatici, licenze e brevetti;
  • servizi reali per le attività di marketing e vendite, organizzazione e sistemi informativi, innovazione.

Contributo a fondo perduto per lo sviluppo della Calabria

La dotazione finanziaria prevista dal bando è di € 14.000.000. Gli investimenti ammessi dovranno essere tutti finalizzati a innalzare il livello di qualità delle strutture ricettive e a migliorare l’offerta turistica, culturale ed enogastronomica del territorio.

Le risorse stanziate sono suddivise per ambiti d’intervento:

  1. potenziamento e qualificazione della ricettività extralberghiera – € 7.000.000;
  2. qualificazione delle strutture della ristorazione di qualità – € 3.500.000;
  3. rafforzamento del sistema dei servizi turistici – € 3.500.000.

Le agevolazioni nel dettaglio

I beneficiari riceveranno un aiuto economico sotto forma di contributo a fondo perduto del 100% delle spese ammissibili e fino a € 70.000,00 per progetto. Le proposte presentate da imprese in cui è presente una maggioranza giovanile fino a 29 anni potranno usufruire dell’importo massimo concedibile in regime de minimis.

Presentazione della domanda

La domanda di accesso al contributo deve essere presentata entro le ore 12 del 26 novembre 2018, mediante la piattaforma online Calabria Europa. Per inviare la tua richiesta, dovrai registrarti sul portale telematico, compilare la modulistica richiesta e sottoscriverla con la firma digitale.

Saranno selezionati solo i progetti che prevedono l’avvio dei lavori successivo alla presentazione della domanda.