Bandi Regione Toscana finanziamenti per le start up

Finanziamenti per le start up con i bandi della regione Umbria

0
361

Bandi Regione Toscana: anche la Toscana sblocca i fondi per i finanziamenti rivolti alle nuove attività, così come molti bandi regionali indetti in quest’ultimo anno. In particolare, la Regione Toscana, attraverso il Por Fers 2014/2010, azione 3.5.1, emette un bando per erogare finanziamenti a nuove imprese, che prevede uno stanziamento di fondi iniziale di circa 16 milioni di euro.

Scopri i bandi a cui può partecipare compila il nostro breve questionario cliccando qui

Bandi Regione Toscana: finanziamenti a fondo perduto 2017

Lo stanziamento iniziale, può essere aumentato da ulteriori risorse regionali e nazionali. Possono partecipare all’avviso pubblico pubblicato sul Burc della regione Toscana, le micro e piccole imprese giovanili, femminili e i soggetti destinatari di ammortizzatori sociali.

Vale a dire, disoccupati, che si siano costituiti sotto forma di ditta individuale, società o cooperativa, costituite da 2 anni dalla data di presentazione della domanda.  Possono accedere al bando, anche le persone fisiche che entro sei mesi dall’assegnazione del finanziamento avviano la nuova attività.

Bandi Regione Toscana: chi sono i beneficiari

I beneficiari dei finanziamenti start up a fondo perduto regione Toscana, sono le micro e piccole imprese, giovanili e femminili. Per le società o le cooperative almeno il 51% dei rappresentanti deve essere formato da donne, giovani o destinatari di ammortizzatori sociali.

Finanziamenti a fondo perduto regione Toscana per le start up

I giovani imprenditori interessati a partecipare al bando devono dimostrare di essere in regola con la propria posizione aziendale e di non essere segnalati come cattivi pagatori. Naturalmente devono dimostrare anche di avere una sede operativa nella regione Toscana. Iscritte alla Camera di Commercio competente, le imprese dovranno possedere uno dei codici Istat Ateco 2007 tra quelli indicati dal bando. Non devono trovarsi in difficoltà economiche, nè avere procedimenti fallimentari o di liquidazione in atto. Inoltre, non devono aver subito condanne nei dieci anni precedenti alla domanda o aver usufruito di aiuti statali in passato senza poi aver regolato il rimborso. Quindi, le imprese dovranno essere in regola con i contributi assistenziali e previdenziali dei lavoratori dipendenti.

Cosa presentare per accedere ai bandi Regione Toscana?

Oltre alla domanda, per accedere al bando gli imprenditori dovranno presentare anche un business plan. Il progetto dovrà portare in allegato una relazione dettagliata sui costi, per ogni singola spesa. Inoltre, dovrà riportare un piano finanziario ed un crono programma (le scadenze per ogni fase del progetto).

Finanziamenti ai giovani e all’imprenditoria femminile

Gli investimenti ammissibili possono riguardare sia le spese per investimenti che per capitale circolante. Tra le prime, rientra l’acquisto dei beni materiali o immateriali. dovranno essere riportate tutte nel bilancio annuale. Invece, tra le spese per capitale circolante, rientrano i costi per la costituzione d’impresa, per il fitto o per le utenze. Tutte queste voci dovranno superare  il 30% dell’intero investimento.

Finanziamenti start up a fondo perduto: il bando regione Toscana finanzia anche l’acquisto di beni materiali e immateriali

Per essere finanziato, ogni progetto deve comportare una spesa compresa tra 8 mila euro e 35 mila euro. Inoltre, dovrà prevedere la realizzazione del progetto nell’arco di un anno, rispetto alla data di concessione del finanziamento. I finanziamenti a tasso zero per le nuove attività vengono erogati per coprire fino al 70% del valore dell’intero progetto presentato.

La domanda da presentare

Le domande devono essere presentate esclusivamente in via telematica sul sito istituzionale della regione Toscana, entro il 1 marzo 2017.  Con la domanda d’aiuto dovranno essere protocollati anche tutti gli allegati richiesti, attraverso il loro inserimento in upload. Con questi anche la proposta progettuale, la dichiarazione ambientale e la dichiarazione della dimensione aziendale.

Finanziamenti regione Toscana imprenditoria femminile e giovanile

I finanziamenti a tasso zero per start up vengono concessi nella misura del 70% del valore dell’intero progetto, per un importo massimo di 24,5 mila euro. Gli importi concessi devono essere restituiti dai beneficiari nel corso di 7 anni, con rate trimestrali di pari importo. Sono questi i finanziamenti per le nuove imprese messi in campo dalla Regione Toscana per start up giovanili e femminili.

RISPONDI

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome