Bandi Regione Puglia: finanziamenti per ricerca e sviluppo

Bandi regione Puglia, Innonetwork per finanziare ricerca, innovazione, sviluppo competitivo.

0
276

Bandi Regione Puglia: Innonetwork vuole favorire la sinergia tra aziende ed enti di ricerca puntando a sviluppare ricerca e innovazione. Anche in Puglia, come altrove, la collaborazione tra enti di ricerca e aziende è determinante per sviluppare conoscenze, opportunità, competenze, qualità imprenditoriale.

Ora la Regione con il bando Innonetwork mette in campo finanziamenti a fondo perduto per migliorare la competitività dei sistemi produttivi locali nel quadro delle aree previste da Smart Puglia 2020: manifattura sostenibile, salute dell’uomo e dell’ambiente, comunità digitali, creative ed inclusive.

Finanziamenti a fondo perduto in Puglia: chi può concorrere

La domanda di contributi a fondo perduto potrà essere avanzata da reti d’impresa costituite da piccole, medie o grandi aziende ed organismi di ricerca, raggruppate in associazioni temporanee di scopo (ATS), contratti di rete, consorzi o società consortili.
Le associazioni dovranno essere formate da un numero minimo di 2 imprese e non superiore a 9 (tutte attive, titolari di partita Iva e in regime di contabilità ordinaria, iscritte alla Cciaa), di cui almeno 1 piccola o media impresa, oltre a un massimo di 3 istituti di ricerca. Tra esse, un soggetto capofila rappresentato da un’impresa inoltrerà l’istanza.

Leggi: Pmi Innovative / Rating di legalità

Le aziende dovranno dimostrare una partnership reale tra i componenti della rete e garantire le spese tra il 70 per cento e ilfondi 90 per cento del valore totale dell’iniziativa (ciascuna azienda non potrà sostenere una spesa maggiore del 50 per cento dell’importo totale).

Finanziamenti a fondo perduto in Regione Puglia: le risorse disponibili

Per ricerca e sviluppo la Regione erogherà 30 milioni di euro da ripartire tra le Ket, Key Enabling Technologies cui andranno 22,5 milioni di euro; 7,5 milioni di euro saranno assegnati  a quelle non ancora censite.
I progetti che aspirano ai contributi a fondo perduto dovranno avere un costo tra 300mila euro e 1,5 milioni di euro.

Bandi Regione Puglia: le spese ammesse

Per i finanziamenti a fondo perduto le spese ammesse saranno i costi per il personale amministrativo, per un massimo del 10 per cento del totale; i costi per il personale impegnato sul territorio locale, per un minimo del 50 per cento per i ricercatori; i costi di attrezzature e strumenti;i costi per brevetti, per un importo massimo di 100mila euro; i costi per consulenze specialistiche, per un importo massimo non superiore al 10% del progetto; i costi per i materiali di consumo; i costi per spese generali nella misura massima del 18 per cento.

Contributi a fondo perduto in Regione Puglia: i termini per le domande

Le istanze per i finanziamenti a fondo perduto per i bandi della Regione Puglia su ricerca e sviluppo domande dovranno essere inoltrate dal soggetto capofila dalle ore 16 del 16 marzo 2017, attraverso il portale web regionale.

RISPONDI

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome