Ancona crede nell’innovazione e punta sulle start up

La Camera di Commercio di Ancona ha stanziato 6 milioni di euro sotto forma di voucher per le imprese che investono nell'innovazione tecnologica.

0
152

A partire dai primi giorni di Maggio sarà possibile presentare la domanda di ammissione al bando grazie al quale la Camera di Commercio di Ancona concede, sotto forma di voucher, finanziamenti a imprese piccole e medie imprese attive nell’ambito dell’innovazione di tipo tecnologico.

Scopri i bandi a cui può partecipare compila il nostro breve questionario cliccando qui

A chi è rivolto il bando

Il bando è rivolto alle imprese registrate nel Registro delle Imprese e attive da non più di 60 mesi. Le start up alle quali è rivolto questo bando devono essere micro, piccole o medie imprese con sede legale o operativa nella Provincia di Ancona.

Leggi: Pmi InnovativeRating di legalità

Il finanziamento è fruibile dalle suddette start up che vogliano realizzare, come è scritto nel bando ufficiale (che trovi cliccando qui) ricerche, studi, analisi, valutazione, prototipazione e check up finalizzati allo sviluppo dell’innovazione di tipo tecnologico (di processo e di prodotto), organizzativo o gestionale, commerciale e/o di marketing.

I numeri del bando

Veniamo ai numeri. Con questa mossa, votata sicuramente allo sviluppo tecnologico della regione Marche attraverso le imprese giovani e smart, la Camera di Commercio di Ancona stanzia €300.000 in totale per la concessione dei suddetti voucher.

Ciascun voucher ha una copertura del 50% delle spese totali per la realizzazione del progetto di innovazione, il tutto fino ad un tetto massimo di €5.000,00 ad impresa.

Micro imprese e imprese al femminile favorite

La Camera di Commercio crede nelle imprese giovani e punta ancora di più su quelle con un buon potenziale ma una dimensione ancora ridotta. Infatti, particolare attenzione è data alle micro imprese e alle imprese al femminile.

Per queste la somma del contributo effettua un balzo in avanti del 20% arrivando al 70%, riuscendo a coprire un importo massimo di €6.000,00

Come ottenere il finanziamento

Prima di procedere alla compilazione della modulistica è opportuno capire se l’impresa con la quale si intende partecipare al bando può soddisfare tutti i requisiti, per cui è utile leggere l’avviso pubblico che è possibile consultare cliccando qui.

Il passo successivo è avvalersi di un Coordinatore unico di progetto il quale deve rientrare in delle categorie precisamente identificate

• Università, centri, enti, istituti e organismi di ricerca

• Soggetti imprenditoriali iscritti al Registro delle Imprese che operano nei settori individuati dai codici ATECO che puoi consultare cliccando qui.

Una volta terminata questa procedura, sarà sufficiente collegarsi all’indirizzo che trovi qui e procedere con la compilazione della modulistica fornita.

RISPONDI

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome