Home Blog

Aiuti al settore vitivinicolo. Finanziamenti a fondo perduto per la promozione e la pubblicità dei nostri vini all’estero

thumbnail

La Regione Campania con decreto dirigenziale n. 80 del 24 maggio 2013  ha reso noto il bando, per la campagna vitivinicola 2013-2014, che finanzia azioni volte allo sviluppo ed alla promozione dei vini prodotti nella nostra regione. 

Soggetti beneficiari

  • Organizzazioni professionali di produttori di vino;
  • Organizzazioni interprofessionali riconosciute che coinvolgano, al loro interno, produttori di vino;
  • Consorzi di tutela riconosciuti, le loro associazioni e federazioni;
  • Organizzazioni riconosciute di produttori;
  • Produttori di vino che ottengono il prodotto dalla trasformazione di prodotti a monte del vino, prodotti a monte propri o acquistati;
  • Soggetti pubblici di comprovata esperienza nel settore (non possono partecipare economicamente ai progetti);
  • Associazioni Temporanee di Imprese (ATI) e di scopo.

Azioni

Le azioni messe in campo devono mirare alla promozione nei Paesi Terzi di tutte le categorie di vini DOC, vini DOCG nonché i vini spumante di qualità, i vini spumante aromatico di qualità, i vini senza indicazione geografica e con l’indicazione della varietà.


Spese ammissibili

 

  • Promozione e pubblicità a mezzo stampa e televisione (azioni di pubbliche relazioni, materiale informativo, annunci prodotto, degustazioni, esposizioni di materiale da banco); 
  • Partecipazione a manifestazioni, fiere ed esposizioni internazionali;
  • Campagne di informazione e promozione presso punti vendita (degustazione, wine tasting, gala dinner, promozione sui punti vendita);
  • Altri strumenti promozionali (realizzazione siti web in lingua di Paesi Terzi, materiale promozionale cartaceo in genere, attività di incoming con operatori e giornalisti di Paesi Terzi).

 

Il contributo a fondo perduto è pari al 50% delle spese ammissibili, incrementato del 10% se le azioni programmate vengono realizzate in uno dei Paesi Terzi indicati nel bando.

Le  proposte progettuali devono prevedere un costo complessivo minimo di 100.000 euro per annualità

La durata massima dei progetti è di tre anni.

La scadenza per la presentazione delle domande è prevista per il 28 giugno 2013

 

 

Lascia un Commento